Indietro
sabato 28 maggio 2022
menu
Basket Serie B

RivieraBanca Basket Rimini-Ancona, la vigilia di coach Ferrari e capitan Rinaldi

In foto: (Foto Nicola de Luigi)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mar 15 feb 2022 19:03 ~ ultimo agg. 16 feb 16:29
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ancora una gara al Flaminio per RivieraBanca Basket Rimini, che ospita Il Campetto Ancona per il recupero della 13esima giornata di campionato. Si affrontano seconda e quarta della classe. Palla a due mercoledì alle ore 20:30.

La partita sarà trasmessa su Icaro TV (canale 91) mercoledì alle 23:00.

La vigilia dell’allenatore di RBR, Mattia Ferrari, e di capitan Tommaso Rinaldi.

Coach, qual è la condizione fisica generale della squadra alla vigilia di una partita così importante?
“Spero buona, abbiamo giocato domenica con solo due giorni per arrivare a questa partita: c’è qualche giocatore ancora in condizioni da verificare a ridosso della partita, sapremo solo all’ultimo quali sono realmente gli effettivi che possiamo mettere in campo. Abbiamo una squadra lunga e domenica s’è visto perché senza Rivali e Saccaggi siamo riusciti ad imbastire una partita con dei contenuti tecnici interessanti ed i giovani che hanno tenuto bene il campo. Alla fine avremo delle persone per fare una partita valida e di sostanza.”

Tommaso, Ancona è una squadra come RBR ambiziosa ed in fiducia. Che partita dovremo aspettarci?
“Sarà una partita molto tattica perché loro utilizzano tantissime difese, noi dovremo essere bravi a non intestardirci ed a seguire il flusso del nostro gioco che, quando ci passiamo la palla, è molto elevato. Soprattutto dobbiamo sfruttare la nostra maggiore stazza fisica.”

Coach, Ancona è la miglior difesa del campionato con poco più di 64 punti subiti a partita. Cosa servirà per scardinarla?
“Sarà a tutti gli effetti una partita da playoff: lo dice la classifica, la struttura ed i nomi della squadra avversaria. Ancona è sicuramente la migliore nel nostro campionato a sporcare le trame di gioco avversarie, noi non dobbiamo farci fermare da questo punto di vista ma giocare la nostra pallacanestro e mettere la partita sui binari a noi più congeniali. Non dobbiamo perdere troppe energie mentali per rincorrere tutto ciò che gli avversari ci metteranno davanti.”

Tommaso, con l’ultima sconfitta della NPC Rieti la classifica vi vede al secondo posto. Questo simboleggia ulteriormente la rincorsa alla capolista Roseto?
“Sarò onesto: in questo periodo guardo poco la classifica per il semplice fatto che non è mai veritiera, ci sono tanti recuperi da fare. Ovviamente sono consapevole della seconda posizione raggiunta in concomitanza con la NPC Rieti, questo accresce ancora di più di valore la partita di domani sera: è uno dei due recuperi che abbiamo da affrontare, sicuramente sarà molto importante avere l’approccio giusto per fare una partita importante.”

Coach, in questi pochissimi giorni a disposizione che messaggio ha voluto lanciare alla squadra? I tifosi domani sera avranno tutto ciò che serve per godersi una bella partita?
“Quando ci sono così pochi giorni bisogna stare attenti a recuperare le energie ed andare in campo col nostro modo di giocare a pallacanestro, il più pulito e chiaro possibile: non c’è tempo di preparare molte cose, siamo molto in mano alla capacità dei giocatori di leggere le situazioni che il campo propone. Questo è un campionato strano, c’è stato un periodo in cui giocavamo sempre fuori casa mentre adesso, in concomitanza coi recuperi Covid, siamo sempre in casa. Alla fine, però, la situazione sarà un po’ più chiara quando concluderemo questa serie di recuperi che arrivano a metà marzo: penso che in quel periodo anche le altre squadre si metteranno in pari con le partite giocate, in quel momento potremo analizzare meglio la classifica.”

Tommaso, sia le statistiche che il campo dicono che il suo rendimento è cresciuto dopo lo stop per Covid con l’inizio dell’anno nuovo. È di questa stessa opinione?
“Sicuramente, sono arrivato in uno stato di forma che mi permette di andare in campo con più fiducia e maggiore intensità e questo si riflette nelle statistiche. Io in primis, vista la mia esperienza, riesco a comprendere quando gioco bene o gioco male, al di là dei numeri.”

Ufficio Stampa RivieraBanca Basket Rimini