Indietro
menu
In vista del salone di ottobre

Per Ieg accordo strategico con ASSTRA e AN.BTI

In foto: la fiera di Rimini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 25 feb 2022 13:44
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Italian Exhibition Group ha siglato un accordo strategico con associazioni leader del settore, ASSTRA e AN.BTI, in vista di “IBE Intermobility and Bus Expo”. Si tratta dell’appuntamento biennale dedicato al trasporto collettivo di persone che guarda alla mobilità sostenibile del futuro, che si terrà a Rimini dal 12 al 14 ottobre 2022 in contemporanea al TTG Travel Experience.

L’accordo triennale con ASSTRA, in continuità con le edizioni precedenti, prevede un’ampia collaborazione tra cui il supporto al Comitato Tecnico Scientifico di IBE nell’individuazione dei temi chiave del comparto. ASSTRA continuerà a sostenere anche Key Energy ed Ecomondo quali eventi fieristici deputati alla formazione e all’aggiornamento professionale. ASSTRA disporrà, inoltre, di un’area espositiva istituzionale divenendo un luogo di incontro e aggregazione per i propri aderenti. L’associazione avrà a disposizione un’ulteriore area dedicata alle start-up al fine di favorire l’innovazione nel settore del TPL. Nell’occasione ASSTRA ha ribadito che fiere come IBE si qualificano quali piattaforme che favoriscono il confronto, lo scambio e la conoscenza, aiutando i diversi attori della mobilità collettiva a concretizzare quei progetti che contribuiscono a delineare il futuro delle città e del Paese.

Il protocollo siglato con AN.BTI è focalizzato sui temi specifici del turismo e della mobilità in vista di “IBE Intermobility and Bus Expo” dove si approfondiranno le esigenze e le aspettative degli operatori di un comparto che presenta interessanti margini di crescita nell’attuale fase di ripresa post-Covid. In particolare l’accordo con IEG prevede un’esclusiva con IBE valida sino al 2024 per sensibilizzare gli oltre 200 associati (aziende che operano per almeno il 50% nel settore “leisure”) sulle tematiche decisive per il mercato di riferimento. AN.BTI sarà inoltre di supporto al Comitato Tecnico Scientifico di IBE nella definizione dei temi rilevanti per il futuro del comparto. In occasione dell’appuntamento del 12-14 ottobre verrà inoltre presentato il “Manifesto del Bus Turistico”. Sempre IBE, in quei giorni, sarà il palcoscenico dell’assemblea nazionale di AN.BTI.

I due protocolli, spiega IEG, rientrano nella nuova strategia di “IBE Intermobility and Bus Expo” che passa da fiera di prodotto a piattaforma di soluzioni tecnologiche integrate e luogo di incontro e dibattito per interpretare il presente e decodificare i segnali che arrivano dai mercati, determinanti per le scelte delle nuove catene del valore nel comparto. Per IEG si tratta dell’evoluzione di una storia di successo iniziata 25 anni fa nell’ambito delle energie alternative e dell’economia circolare (grazie a Ecomondo e Key Energy) e approfondita negli ultimi 14 anni nel trasporto collettivo che consente oggi di affermare IBE come catalizzatore degli attori chiave del cambiamento nel comparto, verso il nuovo “eco-sistema” della mobilità sostenibile. IBE si conferma così quale punto di incrocio fra domanda e offerta di mobilità condivisa, Istituzioni e stakeholder, con un respiro internazionale.