Indietro
sabato 28 maggio 2022
menu
Basket C Silver

I Titans vincono lo scontro al vertice con Fossombrone

In foto: Il selfie dei Titans a Montemarciano
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 29 gen 2022 23:47 ~ ultimo agg. 31 gen 14:59
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

PALL. TITANO-BARTOLI MECHANICS FOSSOMBRONE 73-68

PALL. TITANO: Gamberini 10, Altavilla 4, Macina 13, Raschi 18, Fornaciari 6, Liberti 6, Saponi 6, Grandi, Botteghi, Fusco 10, Lettoli. All.: Porcarelli.

FOSSOMBRONE: Santi 16, Pontellini, Fontanella 5, Beltran, Tamburini, Barzotti 2, Pagliaro 8, Cambrini 10, Mei, Alessandroni 11, Ciarapica, Rosatti 16. All.: Badioli.

Parziali: 16-29, 36-39, 52-46, 73-68.

CRONACA E COMMENTO
La vincono i Titans, questa splendida battaglia per il vertice. Vedono scappare gli avversari, li riprendono, sorpassano con una difesa di ferro e chiudono con talento e sangue freddo nel finale, ribaltando anche il -2 dell’andata. A tre gare dal termine di questa prima fase, la Pallacanestro Titano raggiunge proprio la Bartoli Mechanics a quota 18. A 20, con una partita giocata in più, c’è Montemarciano, che domenica 6 febbraio arriverà al Multieventi.

La sosta forzata spara subito fuori una partita di quelle da ricordare. Squadre consapevoli dell’importanza del referto rosa ed eccellenti a turno nel corso dell’incontro. All’inizio è un monologo di Fossombrone, con Rosatti che segna in tutti i modi e Santi a confermare le belle cose fatte vedere quest’anno. I Titans perdono troppi palloni, in attacco sono imprecisi e al quinto minuto, quando guardano il tabellone del Multieventi, scorgono un preoccupante 2-14. Poi l’attacco ingrana e Gamberini mette punti importanti, ma si galleggia ancora ben oltre la doppia cifra di margine. Sulla tripletta ai liberi dell’ex Cambrini è addirittura 10-27, una voragine. Le triple di Macina e Raschi in chiusura di quarto danno una mano a non far sembrare così profondo il canyon, poi però in pieno secondo parziale è ancora +17 per chi viaggia (20-37). La soluzione per i Titans è solo una: reagire. E la squadra lo fa, forte di una difesa tornata granitica e di un attacco che sa trovare soluzioni differenti e che perde meno palloni rispetto all’inizio. Il lavoro di Liberti è eccellente, Fusco piazza un paio di canestri deliziosi e Raschi allo scadere del tempo fa -3. Pallacanestro Titano di nuovo, fortissimamente, a un possesso di distanza sul 36-39.

La ripresa non smorza la carica, il fuoco resta acceso e la difesa stringe ancora qualche vite. Fossombrone non è da meno, tanto che in cinque minuti si rimane su un 38-41 che vuol dire 2-2 e palla al centro nel quarto. Poi in attacco ecco il momento del capitano, Davide Macina, che infila la tripla del pari e poco dopo quella del sorpasso. Sul canestro di Gamberini è addirittura 46-41, che vuol dire parziale di 26-4 in dieci minuti abbondanti a cavallo dell’intervallo.

Fantastici Titans, bravi anche a capire che una controreazione ospite è inevitabile e che sperare di scappar via subito sull’onda del sorpasso è prematuro. Il quarto lo chiudono sul +6, gli uomini di coach Porcarelli, mentre in avvio di ultimo periodo le squadre si riavvicinano sul 52-51. Di nuovo spinta dei Titani ed ecco il +8 al 35’ prima del finale in corrida (59-51). Ci si scambia canestri come se non ci fosse un domani anche se, per la verità, il margine di vantaggio sammarinese non cambia in maniera considerevole. Raschi mette una tripla allo scadere dei 24” da leccarsi i baffi, i Titans tengono il timone del controllo e arrivano a guadagnarsi una vittoria meravigliosa. Il finale è dedicato alla lotta per la differenza canestri (-2 all’andata), con un paio di triple di Fossombrone a riaprire i giochi e con la freddezza ai liberi dei biancazzurri a chiudere in bellezza anche su questo versante.