Indietro
menu
Bilancio di previsione

Renzi (FdI): otto proposte per migliorare la città respinte 'in via pregiudiziale'

In foto: Gioenzo Renzi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 23 dic 2021 15:53 ~ ultimo agg. 15:56
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Otto proposte per migliorare la città tutte respinte, lamenta il capogruppo di Fratelli d’Italia Gioenzo Renzi, “in via pregiudiziale”. Renzi ripercorre gli otto emendamenti presentati al Bilancio di Previsione del Comune di Rimini 2022-2024 e al Documento Unico di Programmazione (D.U.P.) 2022-2024, approvati nella seduta di martedì sera.


Le proposte di Gioenzo Renzi:

Realizzare il Parcheggio Fellini con l’accensione di un Mutuo di 8.000.000 di euro.

Considerato che il Parcheggio sotterraneo in Piazzale Fellini, previsto nel Piano Investimenti 2022 con la procedura del progetto di finanza non può essere realizzato, per la mancanza di un operatore economico privato interessato, ho proposto di ricorrere urgentemente ad un mutuo per consentire l’avvio dell’opera.

Dopo la perdita di 164 posti auto, nel nuovo tratto di lungomare Fellini-Kennedy, è necessario e urgente la realizzazione di tale parcheggio, annunciato dall’Amministrazione Comunale dal 2020, con un piano interrato e 400 posti auto, di cui, fra l’altro, non abbiamo mai visto neanche il progetto.

Abbattere le rette delle Scuole d’infanzia 3-6 anni come per gli asili nido.
Con decorrenza dalla prossima annualità scolastica, ho chiesto di abbattere le rette delle Scuole dell’Infanzia 3-6 anni, a sostegno delle famiglie, come approvato per gli asili nido comunali con esenzione totale fino al Reddito Isee di 26.000 euro.

Prolungare il Metromare dalla Stazione di Rimini alla Fiera, con percorrenza adiacente alla linea ferroviaria (senza occupare/ridurre le sedi stradali); In alternativa al progetto avventato, dell’Amministrazione Comunale, che vedrebbe il Metromare correre lungo le strade della città, Via Cesare Battisti, Via Ravegnani, Via Savonarola, Via Matteotti, Via XXIII Settembre, Via Emilia, il porto canale, il deviatore del Marecchia (da demolire e ricostruire), e sottopassi da definire.

Per evitare la paralisi della mobilità con la riduzione delle sezioni stradali, i tempi lunghi di realizzazione dell’opera, e gli alti costi da sostenere, dopo l’esperienza, non certo felice, del TRC.

4° Realizzare il Nuovo Mercato Coperto San Francesco nell’area di Piazza Gramsci, circondata da 4 strade, che lo rendono accessibile, con parcheggi interrati o sopraelevati per autoveicoli, a servizio dei clienti e di coloro che accedono al Centro Storico.

Invece della prevista demolizione del fabbricato esistente del Mercato Centrale Coperto con la ricostruzione nella stessa area, riscontrato che risulterebbe costoso e problematico lo spostamento temporaneo degli operatori, per almeno 2-3 anni, nell’area del cinema Settebello.

5°: Spostare il CEIS, dopo 75 anni, per la valorizzazione dell’Anfiteatro romano e consentire la ripresa degli scavi, riportare alla luce la parte interrata dell’Anfiteatro e valorizzare il Monumento, che avrebbe un forte richiamo turistico e di immagine per la città.

L’Amministrazione Comunale continua ad ignorare da decenni l’esistenza dell’Anfiteatro Romano (neppure citato nel DUP), un Bene culturale mortificato.

6° Recuperare l’ex Convento di San Francesco risalente al 1257, nel quale si insediò nel 1400 la prima Biblioteca pubblica d’Italia, ad opera della famiglia Malatesta, anche per rimuovere, dopo oltre 70 anni, le rovine dei bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, che degradano l’immagine di Via IV Novembre, di fianco al Tempio Malatestiano, capolavoro del Rinascimento.

7° Restaurare e valorizzazione delle Mura Federiciane, la valorizzazione e restauro di Porta Galliana deve riguardare anche le sue Mura adiacenti, con i seguenti interventi:

Il consolidamento e restauro delle Mura Federiciane;

La realizzazione di una fascia di rispetto a verde;

Il rifacimento della illuminazione pubblica e della pavimentazione;

L’eliminazione della dismessa centrale elettrica di Via Bastioni Settentrionali.

8° Ripensare la realizzazione della Nuova Piscina Comunale, individuando un luogo di realizzazione più adatto rispetto al Parco Don Tonino Bello e ridefinire il progetto dell’impianto con almeno una vasca di 50metri.