Indietro
menu
Approvati sei impianti

Eolico offshore. Croatti (M5S): ministro si confronti col territorio

In foto: Marco Croatti
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 8 dic 2021 14:04 ~ ultimo agg. 14:46
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Alla luce dell’approvazione da parte del Governo di sei nuovi impianti eolici tra Foggia e Potenza, il senatore del M5S Marco Croatti chiede al ministro Cingolani un confronto col territorio riminese sul progetto di un impianto davanti alla costa. Troppo vicino e con un impatto paesaggistico eccessivo, spiega il senatore. “L’impianto eolico offshore riminese così come progettato non è adatto alla nostra Riviera e in questo senso il ministero deve confrontarsi con il territorio prima di decidere” dice Croatti.

L’intervento di Marco Croatti (M5S)

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani, ha sbloccato nelle scorse ore la realizzazione di 6 impianti eolici onshore tra Foggia e Potenza. È il segno che il governo sta accelerando sulla via che porterà il Paese alla decarbonizzazione. Un processo importante e positivo ma che, come ho già avuto modo di ribadire in un precedente incontro con la sottosegretaria al MITE, dovrà essere rispettosa delle specificità e delle vocazioni dei territori e non potrà prescindere da un confronto trasparente con le comunità locali.

In questo senso è urgente aprire un dialogo con il ministero della Transizione sull’impianto eolico riminese che, a differenza dei progetti limitrofi di Fano e Ravenna ubicati oltre le 12 miglia, è progettato troppo vicino alle nostre coste e alle nostre spiagge.
Davvero si fatica a comprendere perché il progetto al largo di Rimini, territorio fortemente vocato al turismo balneare, sia previsto entro le acque territoriali italiane a differenza degli altri, con un impatto paesaggistico notevolmente superiore.
L’impianto eolico offshore riminese così come progettato non è adatto alla nostra Riviera e in questo senso il ministero deve confrontarsi con il territorio prima di decidere.
Chiederò un incontro al ministro Cingolani e coinvolgerò in questo confronto tutte le nostre istituzioni locali interessate dal progetto eolico offshore per far sentire con la massima forza la voce della nostra comunità”.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione