Indietro
giovedì 27 gennaio 2022
menu
Calcio Serie D

Rimini-Ravenna 1-1: cronaca, tabellino, video e gallery

In foto: Mencagli abbracciato dai compagni sotto la Tribuna Centrale dopo l'1-0
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
dom 28 nov 2021 11:20 ~ ultimo agg. 29 nov 16:50
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

RIMINI-RAVENNA 1-1

Quando si affrontano due squadre che mirano allo stesso obiettivo il segno X di solito accontenta più chi è avanti rispetto a chi insegue. Invece nel derby romagnolo tra Rimini e Ravenna è la capolista a uscire dal campo con un pizzico d’amaro in bocca: perché nell’arco dei 90 minuti Tanasa e compagni si sono fatti preferire ai bizantini e, per mole di gioco e numero di occasioni, avrebbero meritato qualcosa in più dell’1-1 con il quale si è chiusa la partita. Per contro i ragazzi di Gaburro escono rafforzati mentalmente dalla sfida con i giallorossi perché una delle due principali contendenti per la vittoria del campionato (l’altra è il Lentigione, riportatosi ora a -1) adesso l’hanno guardata negli occhi e capito che è sì un’ottima squadra, ma non certo un’armata invincibile. Il rammarico biancorosso è anche per il gol subito, frutto di un’evidente errata valutazione del portiere Marietta, fino ad oggi praticamente perfetto nonostante la giovane età (è un classe 2002). Capita e non bisogna farsene un cruccio. Uscendo dal rettangolo verde, l’atmosfera che si è respirata oggi al “Neri” è stata elettrizzante. E anche se la componente derby ha inciso parecchio sarebbe bello poterla rivivere anche in occasione delle prossime partite interne. Questa squadra ha dimostrato anche oggi di meritarlo.

IL TABELLINO
RIMINI: 1 Marietta, 3 Haveri (38′ st 15 Contessa), 4 Tanasa (42′ st 30 Andreis), 6 Paneli, 7 Tonelli, 9 Mencagli (21′ st 21 Tomassini), 10 Gabbianelli, 11 Piscitella (27′ st 17 Ferrara), 18 Lo Duca, 26 Greselin, 31 Pietrangeli. A disp.: 22 Piretro, 8 Pari, 28 Cuccato, 29 Berghi, 32 Germinale. All. Gaburro.

RAVENNA: 1 Botti, 5 Antonini Lui, 6 Polvani, 7 Lussignoli, 8 Calì, 10 Saporetti, 17 Guidone, 18 Prati (43′ st 24 Ceccuzzi), 19 Ercolani, 20 Macrì (21′ st 27 Sylla (46′ st 11 Mascanzoni)), 21 Haruna. A disp.: 22 Salvatori, 2 De Angelis Durante, 3 Crispino, 4 Nagy, 16 Crocchianti, 25 Angelini. All. Dossena.

ARBITRO: Domenico Castellone di Napoli.
ASSISTENTI: Giovanni Pandolfo di Castelfranco Veneto e Daniele Sbardella di Belluno.

RETI: 43′ pt Mencagli, 26′ st Calì.

AMMONITI: Calì, Panelli, Haruna, Gabbianelli, Gaburro (allenatore Rimini).

NOTE. Corner: 0-4.

I RISULTATI DELLA 13a GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE D GIRONE D E LA NUOVA CLASSIFICA

CRONACA E COMMENTO
La 13a giornata del campionato di Serie D girone D ha come piatto forte il derby romagnolo d’alta quota tra Rimini e Ravenna, trasmesso in diretta da Sportitalia. I biancorossi sono primi in classifica, con 31 punti, i giallorossi sono a quota 25 (dopo il 3-0 a tavolino nel recupero del secondo turno con il Seravezza). Prima del calcio d’inizio iniziativa del club di casa per dire no alla violenza sulle donne. Sulle maglie di Tanasa e compagni fa il suo esordio il co-sponsor Rossopomodoro Rimini.

Mister Gaburro deve fare ancora a meno di Carboni. Tre novità rispetto all’undici anti-Fanfulla: Pietrangeli per Cuccato, Haveri per Contessa e Greselin per Andreis. Sul fronte bizantino non ci saranno gli ex Rimini Ambrosini e Spinosa.

Rimini in maglia a scacchi, in tenuta nera il Ravenna.

La partita. Si gioca. Il primo squillo è dei biancorossi: Il primo squillo è dei biancorossi: al 5′ Piscitella scappa via ad Haruna e appoggia per Gabbianelli, tamponato da Prati. Si prosegue, lo stesso Gabbianelli controlla, poi Piscitella va al tiro, murato dalla difesa ospite.
Al 10′ Greselin avanza e serve Tonelli, pallonetto a servire Mencagli, che arriva con la punta dei capelli sul pallone, spedendolo a fondo campo.
Al 12′ Gabbianelli tenta il sinistro da fuori area, sfera che finisce sul cartellone di Icaro TV.
Al 13’ Mencagli riceve da Gabbianelli e spara di destro, palo esterno.
Al 20′ il cross di Macrì è insidioso ma lungo, Guidone cerca di trattenere la sfera in campo, ma non ci riesce.
Sul “Neri” si abbatta una fitta pioggia.
Al 24′ Greselin approfitta di un errato controllo di Calì per andare alla battuta, Botti blocca senza patemi.
Al 26′ la bordata di Gabbianelli da fuori area viene ribattuta da Botti.
Al 29′ il primo corner della partita, è per il Ravenna. Nulla di fatto sugli sviluppi.
Al 31′ altro tentativo di Gabbianelli, la difesa ospite respinge ancora prima che la sfera arrivi dalle parti di Botti.
Al 34′ corner di Macrì, Panelli si rifugia ancora in angolo: la sfera arriva dalle parti di Polvani, che non impatta come avrebbe voluto. Occasione Ravenna.
Al 40′ Guidone può puntare Panelli, una volta raggiunto il limite dell’area scarica per Saporetti, che non riesce a sfondare.
Al 43′ il Rimini la sblocca con Mencagli, che dopo un cross di Tonelli e l’incornata di Greselin spunta alle spalle dei difensori ospiti (ma in posizione regolare, e supera da pochi passi Botti).
Dopo un minuto di recupero si va all’intervallo con i biancorossi avanti 1-0.

Al 4′ della ripresa il sinistro di Tonelli da fuori area è fuori bersaglio.
Al 5′ Piscitella per Haveri, che mette al centro, Mencagli arriva in ritardo all’appuntamento con il gol.
Al quarto d’ora Piscitella si muove a sinistra, palla a Tonelli, il cui tiro trova l’estremo giallorosso attento.
Al 16′ angolo per il Ravenna: Haruna calcia un pallone rimasto pericolosamente a centro area, ma il muro biancorosso respinge.
Dietro la Curva Est ora spunta l’arcobaleno.
Al 25′ Tomassini allarga per Piscitella, che va alla conclusione, la sfera sibila a lato.
Al 26′ il Ravenna impatta: punizione dalla trequarti di Lussignoli, Calì di testa inventa un pallonetto che scavalca Marietta, un passo avanti. 1-1.
Alla mezzora il neoentrato Ferrara ci prova dal vertice dell’area, sfera a fondo campo.
Al 44′ combinazione elegante Gabbianelli-Tomassini-Gabbianelli, il tiro del numero 10 locale trova Botti ancora attento.
Quatto i minuti di recupero.
Al 48′ Calì prima buca il pallone sul traversone di Lo Duca, poi trattiene per un braccio Tomassini, portatosi in area per riceve il passaggio di ritorno di Ferrara. Per l’arbitro è tutto regolare.
Una manciata di secondi dopo il Rimini si divora il gol da tre punti: il tiro di Ferrara non è trattenuto da Botti, irrompe Tomassini, che da due passi alza incredibilmente la mira.
Finisce 1-1, è un pareggio amaro per i biancorossi, che mantengono comunque 6 punti di vantaggio sul Ravenna, anche se il Lentigione si è portato a -1.

IL DOPOGARA

LE PAGELLE DI NICOLA STRAZZACAPA

VOTA IL MIGLIOR BIANCOROSSO IN CAMPO

Notizie correlate
Nessuna notizia correlata.