Indietro
lunedì 29 novembre 2021
menu
Basket Serie D

I Tigers suonano la sesta senza Zannoni. Battuto Castel San Pietro

In foto: Russu (foto Alfio Sgroi)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 25 nov 2021 13:33
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Fast Coffee Villanova Tigers-Pall. Castel San Pietro Terme 72-67 (15-19; 33-31, 54-44)

IL TABELLINO
Fast Coffee Villanova Tigers: Bronzetti 5, Frigoli 16, Russu 21, Tomasi 8, Mussoni 17, Guiducci 5, Giacobbi, Gnoli, Antolini, Fabbri Zannoni ne, Parri ne. All. Evangelisti.

Castel S. Pietro Terme: Zuffa 7, Turrini 2, Fusella, Piani Gentile 5, Pedini 2, Creti 11, Zaniboni 8, Pontrelli 2, Mondanelli 4, Capobianco 13, Guastamacchia, Tabellini 13. All. Creti.

CRONACA E COMMENTO
E sei. Fast Coffee Villanova continua la sua corsa immacolata. A cadere sulle tavole della Tigers Arena questa volta è Castel San Pietro, squadra tosta che ha reso molto difficile la vita ai biancoverdi di coach Evangelisti al termine di una gara vibrante, intensa e senza esclusione di colpi.

I Tigers devono fare a meno di capitan Zannoni, l’uomo di punta (caviglia), assenza che si aggiunge a quella di Bartolucci e dei numerosi infortunati.

Russu e Bronzetti provano a indicare la strada (5-2), ma Castello non si fa intimidire e con Capobianco finisce avanti il primo periodo 15-19.

Gli ospiti cercano la fuga (15-23), Russu e Frigoli arginano, Guiducci impatta dalla lunetta (28-28), e Arti regala il primo vantaggio interno 30-28. Il gioco da tre di un positivo Tomasi manda tutti negli spogliatoi (33-31).

Ancora Russu e Bronzetti in apertura (37-31), Castello risponde di triple, ma la difesa Tigers fa la differenza, con Mussoni sugli scudi (migliore in campo).

La tripla da casa sua di Guiducci allo scadere chiude sul +10 (54-44).

Frigoli è un rebus irrisolvibile per gli emiliani (5 punti a fila e gioco sempre in mano). La bomba di Mussoni regala il +13 (62-49 a 6′), Russu è solido (21, miglior marcatore), qualche libero lasciato sul ferro permette agli ospiti di provarci, la tripla di Tabellini tiene sulle spine (71-67 a 16”) ma i Tigers sono attenti e strappano il referto rosa.

“Debbo fare i complimenti ai ragazzi, sono stati encomiabili. – commenta un soddisfatto coach Cristian Evangelisti – Rimaneggiati come siamo, affrontare una squadra arcigna, tosta e intensa come Castel San Pietro non era affatto facile: in questo momento era l’avversario peggiore che ci potesse capitare. Ma i ragazzi hanno messo in campo il 120%, e il contributo degli under anche per i pochi minuti che sono scesi in campo, è stato fondamentale. Su tutti Mussoni, autore di una straordinaria partita difensiva condita da tanti punti. Bene F. Guiducci, che si sta riprendendo dopo la lunga sosta forzata”.

Sulla gara, il timoniere biancoverde ha le idee chiare sulle chiavi di lettura. “È stata decisiva la nostra pazienza, non ci siamo innervositi nel loro miglior momento. In attacco facevano i nostri giochi, bastava alzare il livello difensivo. Così è stato, grazie anche alla brillantezza atletica. Castello ha avuto il gran merito di non mollare mai, la tripla di Tabellini ha portato a -4, ma nonostante qualche libero sbagliato di troppo non siamo più scesi sotto i 2 possessi di distanza conducendo in porto la gara. Questa vittoria certifica che stiamo lavorando nella direzione giusta”.