Indietro
lunedì 28 novembre 2022
menu
Basket Serie D

Alla Polisportiva Stella il derby in casa dei Tigers (69-79)

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 30 nov 2021 11:10 ~ ultimo agg. 12:42
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Tigers Villa Verucchio-Polisportiva Stella Rimini 69-79 (18-27, 32-44, 49-64)

IL TABELLINO
Tigers Villa Verucchio: Zannoni ne, Frigoli 14, Antolini 5, Russu 15, Giacobbi, Gnoli, Tomasi 16, Parri, Mussoni 14, Guiducci 3, Bartolucci 2. All. Evangelisti.

Pol. Stella Rimini: Calderone ne, Gori 7, Verni 9, Naccari ne, Pulvirenti 18, Chirizzi 4, Cancellieri ne, Ferrini, Serpieri 8, Curcio 13, Frattarelli 20. All. Polverelli, Casoli, Padovani.

CRONACA E COMMENTO
Da alcuni anni il più classico dei derby della provincia di Rimini. Le squadre si presentano con diversi assenti, Villa con i lungodegenti Polverelli e Bronzetti ed il capitano Zannoni in panchina; alla Stella mancano Accardo e Frisoni ed anche qui il capitano Naccari in panchina.

Primi minuti di studio con le squadre alla pari, poi TRE triple consecutive di Pulvirenti permettono alla Stella di chiudere il primo quarto con nove punti di vantaggio, che rimane pressoché invariato anche all’intervallo lungo.

I frequenti cambi di difesa dei padroni di casa non mettono in particolare difficoltà l’attacco ospite, che mantiene fino alla fine il vantaggio in doppia cifra.

Nei Tigers Frigoli, Russu, Tomasi e Mussoni in doppia cifra.

Per la Stella solita ottima prestazione per Frattarelli, preciso dalla distanza Pulvirenti e partita di grande solidità per Serpieri: 8 punti, 9 rimbalzi, 5 recuperi e 5 assist.

Settimana con ritmi NBA per la Stella, dopo lunedì sera, venerdì Russi in casa e domenica a Bologna il recupero contro l’Audace.

LA NOTA DEI VILLANOVA TIGERS
Alla Tigers Arena si accende solo la Stella. I padroni di casa del Fast Coffee Villanova Tigers perdono in un colpo imbattibilità e derby, mentre vincono la palma della sfortuna. Perdono pure Bronzetti (impegni di lavoro) mentre capitan Zannoni non riesce a recuperare dall’infortunio. Vince invece il tifo biancoverde, con la Curva a cantare dall’inizio alla fine, nonostante la sconfitta.

Alla palla a due Tigers reattivi con Mussoni cinque punti a fila, un gioco da tre di Tomasi. La Stella però inizia a crivellare la retina dall’arco, il giovane Bartolucci ha un buon approccio (tripla al primo pallone) ma gli ospiti chiudono avanti il periodo 18-27. Antolini entra e segna, Frigoli ha un sussulto (4 punti a fila), ancora Antolini dall’arco ma la Stella resta avanti 32-44.

Dagli spogliatoi esce Tomasi con la bomba ma i riminesi con Pulvirenti e Frattarelli colpiscono regolarmente. Neanche la difesa a zona porta grandi risultati. 49-64. I Tigers hanno il merito di non mollare, prima col gioco da tre di Russu poi con la bomba di F. Guiducci (-9). A -4’51” Russu tiene vive le speranze chiudendo un bel pick n roll con Frigoli, ma la bomba di Pulvirenti vancella le residue speranze di rimonta dei biancoverdi. Mussoni e Tomasi sono gli ultimi ad arrendersi ma il referto rosa va alla Stella: 69-79.

“Onore alla Stella, che ha sfruttato l’occasione e ha giocato una buona partita – è il commento di coach Cristian Evangelisti –. Per quanto ci riguarda, voglio ringraziare i ragazzi che sono andati in campo e soprattutto quelli che si allenano con costanza, nonostante le evidenti difficoltà. Alle nostre difficoltà di roster, si è aggiunta la defezione di Bronzetti, speravamo che Zannoni potesse giocare qualche minuto, così non è stato. Avremmo dovuto ripetere la gara contro Castel San Pietro a livello di intensità, purtroppo non ci siamo riusciti. Siamo entrati in campo quasi demoralizzati e timorosi di perdere, e non abbiamo aggredito la partita. Questa sconfitta, seppur dolorosa, non può cancellare quanto di buono è stato fatto finora. Perciò ripartiamo, rimbocchiamoci le maniche e speriamo di recuperare qualche giocatore già per la trasferta di Imola, venerdì”.

]