Indietro
lunedì 29 novembre 2021
menu
I voti dei biancorossi

Rimini-Real Forte Querceta 1-0, le pagelle di Nicola Strazzacapa

In foto: Gabbianelli festeggiato dai compagni dopo il gol partita
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mer 20 ott 2021 18:53 ~ ultimo agg. 21 ott 13:22
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

MARIETTA 6. Per i miracoli ripassare più avanti ed è un bell’andare. Quello del giovane portiere
biancorosso è un altro pomeriggio di poco lavoro, un paio di cross raccolti con sicurezza è tutto quello che è chiamato a sbrigare prima di ringraziare la dea bendata per il flipper sui titoli di coda. Poco, ma buono!

LO DUCA 6.5. Esce da un fazzoletto con un tocco d’esterno a saltare l’esterno in pressione e già questa è la fotografia di un terzino da leccarsi i baffi. Il biglietto da visita dell’ennesima gara tutta sostanza in ripiegamento e qualità in fase di spinta, con cross educati vera manna per le punte biancorosse. Garanzia!

CUCCATO 6. Presidia il centro destra senza dannarsi troppo l’anima per un’oretta abbondante, sbanda un paio di volte su alcuni traversoni lunghi, ma tutto sommato l’unico vero brivido arriva in mischia al 95’. Positivo!

PANELLI 6. Mezzora di ordinaria amministrazione con la consueta autorità, prima di arrendersi a un indolenzimento alla schiena. Iellato!

HAVERI 6.5. Quando libera i cavalli del motore diventa imprendibile per tutti e con le sue sgroppate anima più di una ripartenza potenzialmente letale. Sta crescendo anche nella fase difensiva ed è questa la notizia migliore. Turbo-diesel!

ANDREIS 6.5. Con i suoi strappi costringe l’ottimo Bartolini al giallo lampo e crea superiorità e pericoli costanti dal centro destra. Poi raccoglie una respinta, s’incunea da sinistra e si guadagna il rigore che sblocca la sfida. Corre a perdifiato per un’ora, stantuffa, pressa e recupera palla. Completo!

TANASA 6.5. Si vede poco ed è buon segno, significa che le cose vanno nel verso giusto e non c’è bisogno degli straordinari. Tiene il timone saldo in mano, aiuta ogni compagno ed è pronto a raddoppiare ogni avversario. Riferimento!

TONELLI 6. Tocca mille palloni e alterna più cose buone (nella ripresa) che meno buone (nella prima frazione). Serve un cioccolatino solo da scartare a Piscitella nell’area piccola, ma l’esterno se lo divora calciando sul portiere. Fa lo stesso con Germinale con un esterno morbidissimo ma il portiere ospite dice sempre no. C’e nelle giocate decisive, è un po’ caotico nell’economia della sfida. Luci e ombre!

GABBIANELLI 7. Si accentra a inventare a ridosso dei sedici metri per sfuggire alla ragnatela del Querceta, riesce ad accendere la luce a intermittenza e ogni volta sono dolori per gli avversari. È glaciale dal dischetto per il suo sesto centro in appena otto gare fra campionato e Coppa e subito dopo mette Mencagli a tu per tu col portiere con una furbata in area. A inizio ripresa sfiora l’eurogol con il sinistro a giro sul secondo palo d’ordinanza, ma Adornato si allunga nell’angolo alto. Da applausi anche una palla sopra a liberare Tonelli in area nella più bella azione della gara, quella che avrebbe chiuso i giochi già al 75’. Più psichedelico del solito, letale come sempre. Determinante!

MENCAGLI 6. Svaria, sgomita e gioca bene di sponda tenendo palla quando è il momento di far salire i compagni. Al 18’ è prepotente nello stacco con cui raccoglie il perfetto cross di Lo Duca, incorna all’incrocio e solo un Adornato Superman gli strozza in gola l’urlo del vantaggio. Se lo divora invece sul gong della prima frazione, poco lesto a raccogliere il regalo confezionato da un difensore e Gabbianelli. Gli manca un pizzico di cattiveria nella giocata per essere letale. Combattente!

FERRARA 6. In una partita spezzettata non trova continuità e si mette in moto a sprazzi: ogni volta che cambia marcia per gli ospiti sono dolori ma gli spunti arrivano con il contagocce. Frenato!

28’ PIETRANGELI 6. Entra a freddo in un tandem inedito di cosiddette seconde linee e porta a casa la pagnotta con abnegazione e determinazione. Presente!

15’ st GRESELIN 6. Ha il fosforo nelle gambe, salta l’uomo che è un piacere e ha la propensione naturale a spaccare le linee mediane. Motorino!

15’ st PISCITELLA 6. Si vede respingere incredibilmente da Adornato il tap-in a botta sicura, ma non si perde d’animo e costruisce un’occasionissima per i compagni con una magia sulla linea di fondo. Ci prova fino alla fine. Sfortunato!

21’ st GERMINALE 6. Governa ogni pallone piova dalle sue parti anestetizzando con il passare dei minuti il ritmo della gara e regala una giocata da bomber d’area con un dribbling in mezzo metro e botta di destro disinnescata da Adornato. Esperienza allo stato puro!

40’ st PARI 6. Otto minuti importanti, infarciti di sostanza e cose belle per ribadire ancora una volta che ci si può contare sempre.

GABURRO 7.5. Il Real Forte Querceta imposta una gara spigolosa, tutta contrasti e perdite di tempo, il suo Rimini risponde con la calma dei forti e la consapevolezza figlia del lavoro settimanale sulla convinzione e il credo tattico. Ne esce un’altra sfida con Marietta spettatore non pagante e un crescendo alimentato dalla panchina che produce almeno altre tre-quattro grosse chance. 19 punti in sette partite, quinta vittoria consecutiva, Romeo Neri ancora inviolato come da strofa dell’inno biancorosso e primo mini allungo in classifica portando a casa anche una di quelle partite definite ignoranti: c’è altro da aggiungere?

Nicola Strazzacapa

VOTA IL MIGLIOR BIANCOROSSO IN CAMPO

IL DOPOGARA

Notizie correlate
di Icaro Sport   
FOTO
di Roberto Bonfantini   
VIDEO