Indietro
menu
mercoledì 20 alle 20

Appello all'umano. In piazza la preghiera per i cristiani della Nigeria

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 18 ott 2021 14:27
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’Appello all’umano di mercoledì 20 ottobre torna con la novità dell’orario: alle 20 e non come al solito alle 21. La preghiera del rosario, promossa dal comitato Nazarath sarà in piazza Tre Martiri e si concentrerà sulla terribile situazione per i cristiani della Nigeria. In quel paese, che attraversa anche una gravissima crisi economica e sociale, nel corso dell’anno scorso sono stati uccisi circa 3400 cristiani, quest’anno questo bilancio di morti è stato pressoché uguagliato nei primi otto mesi del 2021. Sono cifre queste riportate dal mensile Tempi che riporta i dati del rapporto di una ong nigeriana: “Intersociety rule of law” e intervista padre Emmanuel Okono, cancelliere della diocesi di Kafanchan nello stato settentrionale di Kaduna. Nonostante gli attacchi e le persecuzioni per la maggior parte nel Nord della Nigeria ad opera dei pastori islamici “Fulani” (dei quali peraltro le nostre tv e i nostri giornali tacciono quasi tutti) la Chiesa invita a non avere paura e a continuare a testimoniare la fede. E i luoghi di culto sono sempre molto affollati.

Nel manifesto si riporta una frase del nigeriano padre Sam Ebute: “I recenti attacchi ci hanno precipitato tutti nel terrore. Non possiamo praticare la nostra fede in pace e neppure le nostre case sono al sicuro. È come se fossimo stati abbandonati a morire per la nostra fede”. Come di consueto si uniranno a noi amici di una quindicina di altre città e di una trentina di comunità monastiche e religiose in Italia e all’estero.

Meteo Rimini
booked.net