Indietro
menu
La nuova edizione

Presentata la 38esima edizione di Macfrut. Dal 7/9 in Fiera

In foto: il Macfrut in Fiera
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 30 ago 2021 18:15
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo oltre un anno e mezzo di relazioni virtuali, cresce l’attesa degli operatori del settore che hanno risposto in massa all’evento, a testimonianza della voglia di ritrovarsi faccia a faccia. Al Macfrut 2021alla Fiera di Rimini, dal 7 al 9 settembre, ci saranno 800 espositori in rappresentanza dell’intera filiera: produzione, tecnologie, macchinari, packaging, logistica, servizi. Adesione dei grandi player italiani del settore e presenza straniera al 20%: la campagna vaccinale mondiale ha ridato slancio agli spostamenti internazionali, anche se non ancora ai livelli pre-Covid. Tra le novità, il Centroamerica con Cuba e Panama, a cui si aggiungono la Repubblica Dominicana, Cile e Colombia. Tra le new entry anche il Caucaso con la Georgia, Libano, Indonesia e Vietnam. Confermato il Padiglione Africa con i nuovi arrivi da Nigeria e Costa d’Avorio. Oltre 500 buyer internazionali, oltre una quarantina di eventi tra meeting, workshop, convegni ed eventi stampa a cui si aggiungono le prove tecniche. Con la contemporanea presenza di Fieravicola, la tre giorni riminese si presenta come il primo grande evento in presenza dedicato all’agrifood. Tutto questo per un settore chiave del Made in Italy, qual è l’ortofrutta, che incide per il 20% sull’agroalimentare con 1,2 milioni di ettari coltivati a frutta e verdura per 300 mila aziende coinvolte e 15 miliardi di euro in valore. L’Italia è nona nella Top 10 Exporter di ortofrutta fresca nel mondo, con 5 miliardi di fatturato sui mercati stranieri e una crescita del 32% in dieci anni. In ambito europeo è il secondo produttore dietro la Spagna. Gli italiani sono i maggiori consumatori di frutta e i terzi di ortaggi in europa. Nel corso del lockdown i consumi hanno registrato un balzo del 20% per la frutta e del 13% della verdura.
Accesso consentito solo con Green Pass o con titolo internazionale equivalente. Per chi non ce l’ha sarà possibile effettuare un tampone rapido nei due ingressi della Fiera.

Notizie correlate