Indietro
menu
dal 1 settembre al teatro galli

L’estate di Raoul. A Rimini la mostra fotografica del “Re del Liscio”

In foto: Raoul Casadei
di Lucia Renati   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 31 ago 2021 11:16 ~ ultimo agg. 18:26
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Mercoledì 1° settembre inaugura al Teatro Galli l’esposizione curata da Mirna Casadei, con alcuni dei più significativi scatti inediti di Raoul Casadei.

Da mercoledì 1° settembre apre al pubblico la mostra fotografica “L’ESTATE DI RAOUL”, interamente dedicata al Re del Liscio. La mostra è allestita nel foyer del Teatro Galli e sarà visitabile dalle 10 alle 24 fino a domenica 5 settembre.

La mostra, curata dalla figlia Mirna, ripropone i più importanti ritratti della vita artistica e privata di Raoul Casadei. “Ogni estate in Romagna, dagli anni 70 ad oggi è ‘L’estate di Raoul’ – racconta Mirna – perché lui rappresenta da sempre l’estate! Raccogliere la vita e la carriera di Raoul in una manciata di immagini fotografiche è un’impresa impossibile perché la sua vita è stata lunga, bellissima e piena di eventi, idee e successi pubblici e privati. Ho raccolto alcune foto che rappresentano i momenti e gli elementi più significativi della sua vita. Dal suo primo gruppo musicale, la ‘Little Band’ negli anni Sessanta, alle immagini del Festivalbar. Dalle sue primedonne più care, Rita ‘Coscialunga’ e Luana Babini, ad un momento di lavoro insieme allo zio Secondo Casadei, il fondatore, con il quale aveva un rapporto meraviglioso e strettissimo, come padre e figlio. C’è anche una copertina di un album degli anni settanta a testimonianza di quanto sia sempre stato innovativo anche nella comunicazione e nella grafica, fino al passaggio di testimone, nel 2000, al figlio Mirko che da 20 anni porta in Italia e nel mondo la tradizione e la lunga storia Casadei, rinnovandola continuamente perché abbia lunga vita anche nelle generazioni presenti e future. Ci sono anche alcune foto di vita privata che parlano della sua passione per la caccia e per i suoi cani, un momento della sua carriera scolastica (è stato insegnante elementare per 17 anni) ed infine due immagini che rappresentano quello che per lui è sempre stato il perno intorno al quale ha costruito tutto: la moglie Pina e noi, la sua famiglia. Ho voluto concludere la selezione fotografica con qualche immagine scattata nell’ultimo decennio, quando l’orchestra volava già alta da tempo nelle mani di Mirko, e lui si dedicava ai suoi hobbies, all’amore per la Romagna, alla cura del suo orto biologico, allo sport e alla sua famiglia. E sedeva fiero sul suo trono da Re del Liscio”.

La mostra è stata allestita in concomitanza con il Balamondo World Music Festival in programma dall’1 al 5 settembre. Balamondo è il festival che celebra l’ incontro tra la tradizione romagnola e le musiche del mondo. Cinque serate dove la musica Pop-folk di Mirko Casadei si contaminerà con generi musicali all’apparenza lontanissimi. Tutte le sere Mirko Casadei POPular Folk Orchestra sarà la band resident del festival. Si parte domani sera con li Skiantos e Alberto Casadei, giovedì 2 Fabrizio Bosso Quartet, venerdì 3 Sorah Rionda e Ernesticco da Cuba, sabato 4 Hevia con il suo spettacolo. L’artista spagnolo con la sua cornamusa sarà presente in tutte le serate del Balamondo e sarà il testimonial di questa edizione con un omaggio al grande regista riminese Federico Fellini. Domenica 5 settembre con Mirko Casadei POPular Folk Orchestra ci saranno Colapesce Dimartino per una grande “Notte del Liscio”.

Il Festival Balamondo è sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna e dal comune di Rimini e APT Servizi.