Indietro
giovedì 21 ottobre 2021
menu
Fed. Sammarinese Pallacanestro

Europei dei Piccoli Stati: Malta-San Marino 96-65

In foto: (credit FIBA)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 10 ago 2021 19:09
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

MALTA-SAN MARINO 96-65

IL TABELLINO
MALTA: Bugeja 11 (5/9, 0/2), T. Falzon 20 (6/10, 1/4), A. Falzon 32 (6/9, 5/10), Zammit 8 (1/2, 2/5), Cassar 16 (7/12), Shoults 1 (0/2 da tre), N. Xuereb, Engelbert 2 (1/2), A. F. Pace 1, I. A. Pace (0/1, 0/2), Scerri (0/2 da tre), K. J. Xuereb 5 (1/1, 1/2). All. Paccarie.

SAN MARINO: Moretti 12 (2/2, 2/4), Macina 17 (4/6, 3/7), Pasolini 16 (2/5, 4/12), Micevic 6 (3/4, 0/1), Biordi 3 (1/3), Felici 4 (2/2), Lo. Liberti 2 (1/3, 0/1), Le. Liberti, Lettoli, Renzi (0/1, 0/3), Palmieri 5 (1/4, 1/3), Bombini. All.: Maghelli.

Parziali: 31-14, 52-42, 85-58, 96-65.

CRONACA E COMMENTO
Niente da fare per la Nazionale di coach Maghelli nella gara d’avvio dei Campionati Europei per Piccoli Stati. Il calendario aveva proposto fin da subito un avversario davvero tosto e sempre molto competitivo come Malta e in campo è finita 96-65. A decidere il match i quarti dispari, il primo e il terzo, finiti in totale 64-30. Ottima la rimonta di Macina e compagni nel secondo parziale, ma di ritorno dagli spogliatoi lo sprint decisivo è stato quello di Malta con un Aaron Falzon incontenibile (32).

LA CRONACA. Malta parte 5-0 e a rompere il ghiaccio per i nostri ragazzi ci pensa il capitano, Davide Macina, con una tripla (5-3). Dopo due minuti, il pareggio è di Pasolini (5-5), ma Zammit nel possesso successivo non si fa pregare e infila la tripla del nuovo vantaggio maltese. È il canestro che dà il via al primo mini-break, col 12-5 del quarto minuto che è allungato fino al 19-7 firmato da Falzon. San Marino combatte, lotta e ci prova, ma Malta non molla un centimetro a livello di intensità e chiude su un largo 31-14 il primo periodo.

Il secondo quarto è il migliore per San Marino. Macina mette due triple consecutive, la Nazionale resiste alla marea avversaria e non affonda, viaggiando attorno ai 15 punti di margine. I due liberi di Falzon al 16’ sembrano già mettere la partita in naftalina (47-27), ma prima dell’intervallo torna tutto in ballo con i punti di Pasolini, Macina e Moretti (48-37 al 18’). Il parziale di 10-1 è più che confortante e il punteggio all’intervallo non cambia in maniera significativa (52-42).

Di ritorno dagli spogliatoi arriva anche il -9 sulla tripla di Gioele Moretti (54-45), ma poi Malta pigia il piede sull’acceleratore e scappa via. Al 26’ la soglia del +20 è superata col canestro di Jack Zammit (71-50), con Bugeja e ancora Zammit a fare malissimo nel finale di quarto per un punteggio a specchio che vuol dire gara conclusa (85-58).

Nel quarto parziale non cambia la sostanza della partita, col punteggio finale che dice 96-65 per Malta.

Prima gara in archivio per i titani, ma la testa deve rimanere comunque alta in considerazione di un avversario super attrezzato.

Mercoledì sera alle 20 subito altro match. Avversaria Andorra.

Notizie correlate