Indietro
menu
Polizia Locale Rimini

Detenzione e spaccio. Nei guai anche un ingegnere in vacanza

In foto: la marijuana sequestrata
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 5 ago 2021 14:29 ~ ultimo agg. 14:30
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Due giovani sono finiti nei guai per spaccio a Rimini. Nel pomeriggio del 3 agosto, nel corso di un controllo di routine in un tratto del Lungomare sud, la polizia locale ha fermato un ingegnere 37enne della provincia di Varese, in vacanza a Rimini. Ad insospettire gli agenti è stato l’atteggiamento dell’uomo che, appena li ha visti, ha tentato la fuga. Una volta raggiunto, ha spontaneamente consegnato 4 grammi di marijuana, giustificandola come consumo personale. Nella sua stanza d’albergo però la polizia locale ha trovato sei dosi (pari a 39 grammi totali) della stessa sostanza. Il 37enne, già noto per consumo e spaccio, è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Un 41enne è stato invece denunciato a piede libero nel corso dei controlli antidroga effettuati nella giornata di ieri. Gli agenti, in seguito a segnalazioni, si sono appostati tra via Pegaso e via dell’Orsa Maggiore per seguire i movimenti di una vecchia conoscenza, residente nelle vicinanze. Dagli appostamenti sono emersi diversi incontri in cui il sospettato incontrava velocemente alcune persone. A quel punto gli agenti hanno atteso un nuovo appuntamento e hanno raggiunto e bloccato il 41enne che stava allontanandosi a bordo di un monopattino. Inutile il tentativo di liberarsi di un pacco lanciato sotto le macchine in sosta. All’interno c’erano tre confezioni di eroina del peso complessivo di 1,81 grammi, mentre altri 14 grammi sono stati rinvenuti all’interno del suo zaino. Nella vicina abitazione dell’uomo sono stati poi trovati 5 grammi di marijuana e 1,5 di hashish.