Indietro
martedì 28 settembre 2021
menu
Sezione Tuffi Polisportiva Riccione

Agli Italiani di Categoria di Roma, Ilaria Cambria sfiora il podio due volte

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 4 ago 2021 17:24 ~ ultimo agg. 17:26
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ultimi impegni stagionali per la sezione Tuffi della Polisportiva Riccione che saluta con soddisfazione il termine di un anno agonistico complicato, ma comunque positivo.

Non è mancato nemmeno un pizzico di rammarico, in particolare per Ilaria Cambria che ai Campionati Italiani di Categoria a Roma, ha sfiorato due volte il podio, nella gara trampolino da 1 metro (a soli 25” dal terzo posto) e in quella della piattaforma 7 metri.

Tra i maschi, buone le prestazioni di Nicolò Mussoni, che nei Campionati Italiani Esordienti categoria C1 di Bergamo, è riuscito a entrare due volte nei top ten nel trampolino da 1 metro.

L’ultimo weekend è stato invece dedicato alle più piccole (categoria C3) che allo Stadio del Nuoto di Riccione hanno affrontato la loro prima gara in assoluto in occasione dei Campionati Regionali. Non essendoci altre società tesserate a livello FIN, si è trattato di una gara in “famiglia” in cui le giovani atlete riccionesi si sono confrontate tra loro. Dal trampolino 1 metro l’oro è andato a Maddalena Pari mentre Zoe Moliterni si è aggiudicata la gara dai 3 metri.

Alicia Carretero, direttore tecnico della sezione Tuffi, traccia il bilancio: “Siamo soddisfatti del modo in cui abbiamo chiuso la stagione a livello agonistico, sia per i risultati che per i miglioramenti dimostrati dai nostri ragazzi. Certo è rimasto un po’ di amaro in bocca per il podio sfiorato due volte da Ilaria Cambria, ma va bene lo stesso. Era al suo primo anno in categoria Ragazze e ha fatto registrare progressi notevoli rispetto allo scorso inverno. Il che ci fa sognare il podio per il prossimo anno. Un bravo anche a Nicolò Mussoni per le buone prove di Bergamo. Anche con le più piccole, confrontando i punteggi con quelli delle altre regioni, abbiamo motivo di pensare che Riccione continua a formare tuffatori di buon livello nazionale. Speriamo che il prossimo anno si possa tornare ad avere la possibilità di gareggiare insieme alle altre regioni”.

Notizie correlate
Nessuna notizia correlata.