Indietro
venerdì 26 novembre 2021
menu
UEFA Conference League

La Fiorita è a Malta. Giovedì la sfida con il Birkirkara, la vigilia di Berardi

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 7 lug 2021 18:41 ~ ultimo agg. 8 lug 00:23
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Vigilia di Conference League per La Fiorita. La squadra di Montegiardino si trova a Malta, dove domani (giovedì) sera sfiderà il Birkirkara nel primo turno preliminare della nuova competizione Uefa. I gialloblù sono atterrati sull’Isola dei Cavalieri poco prima di pranzo e hanno raggiunto l’albergo. Alle 19:30 è fissato l’allenamento di rifinitura sul campo del Centenary Stadium Ta’Qali che domani ospiterà la gara ufficiale (fischio d’inizio alle ore 20:00). Prima, alle 18:30, il tecnico Nicola Berardi e il portiere Gianluca Vivan parleranno alla stampa locale.

“Quest’anno l’obiettivo – commenta l’allenatore, avendo a disposizione due partite diversamente dall’anno scorso, è quello di tenere il più possibile il risultato aperto in vista della partita di ritorno, che giocheremo in casa. Sono fiducioso, ho visto i ragazzi allenarsi in maniera molto professionale. Abbiamo a disposizione cinque cambi e la rosa mi consente di andare ad inserire forze fresche senza intaccare la qualità della formazione in campo. Questo sarà per noi un vantaggio”.

Riguardo agli avversari il tecnico spiega: “Conosciamo abbastanza bene il loro modo di giocare, avendo confermato l’allenatore. Sono cambiati, però, diversi giocatori. Ci aspettiamo una squadra tecnicamente molto preparata, che non butta mai via la palla ed è molto aggressiva quando la deve recuperare. Una squadra che gioca a calcio. Dovremo essere bravi a stare in campo in maniera equilibrata, cercando di tenere palla ei fargli male quando è possibile. Siamo venuti qua per cercare di fare la nostra partita”.

Tre le defezioni in rosa. “Sono tutti disponibili tranne Santi, Zafferani e Pancotti – dice Berardi, che sono rimasti a casa per problemi personali ma che saranno a disposizione per la sfida di ritorno. Stanno tutti bene e si sono allenati al meglio. Stiamo provando due moduli, il 4-4-1-1 e il 4-1-4-1. Dopo rifinitura valuteremo con quale dei due partire”.