Indietro
menu
Il commento

Aggiudicazione ex "nuova questura". Sadegholvaad: cifra spropositata

In foto: l'edificio di via Bassi
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 30 lug 2021 15:21
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A margine della conferenza stampa di avvio della campagna elettorale del centrosinistra (vedi notizia), Jamil Sadegholvaad è intervenuto per la prima volta anche sull’aggiudicazione all’asta del lotto della ex nuova questura di via Bassi. Una gara che partendo da 4,9 milioni di base, ha visto imporsi la srl bolognese “Ariminum Sviluppo Immobiliare” con una offerta di ben 14,5 milioni di euro. Una cifra che l’assessore ritiene esagerata. “Quell’area – dice – è zona bianca, vale a dire che non ci sono previsioni urbanistiche. La cifra offerta è quindi spropositata. L’amministrazione, se avrò l’onore e l’onere di guidare Rimini, farà gli interessi esclusivamente della città e chi si è aggiudicato quell’area per una cifra incomprensibile non pensi di venire a bussare alle porte del comune per far valere un investimento del genere.”

Nel corso degli anni erano state numerose le aste andate deserte per aggiudicarsi il lotto, tanto che il prezzo base era crollato da 10 milioni ad 1,5 lo scorso maggio.
Confermata nel bando vinto dalla srl bolognese anche la clausola, già contestata in passato dall’amministrazione comunale, che prevede un incremento di prezzo di un milione 850mila euro se entro 18 mesi dall’atto di trasferimento, il comune avrà deliberato la realizzazione di un’area di 1.500 metri ad uso commerciale.

Notizie correlate
di Redazione