Indietro
giovedì 17 giugno 2021
menu
Candidato ai finanziamenti dello Stato

Centro sportivo, il progetto per una nuova struttura polifunzionale

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 7 giu 2021 13:50 ~ ultimo agg. 13:54
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero ampliarsi in modo significativo le infrastrutture sportive di Santarcangelo. L’Amministrazione comunale intende infatti accedere ai contributi per investimenti previsti dallo Stato per progetti di rigenerazione urbana finalizzati a migliorare il decoro urbano e la qualità ambientale e sociale e che possano generare nuove opportunità in campo culturale e sportivo.

Su indirizzo della Giunta il Servizio Opere Strategiche del Comune ha infatti predisposto un progetto di fattibilità tecnico-economica per la realizzazione di una struttura polifunzionale in grado di ospitare un campo per competizioni di livello medio-alto di basket, pallavolo o calcetto a cinque, oltre a una palestra per allenamenti per diverse discipline sportive. Quest’ultima, di più piccole dimensioni, potrà essere utilizzata in maniera autonoma per una ottimizzazione dei costi di gestione, mentre la palestra grande potrà contare su una tribuna capace di ospitare fino a quattrocento spettatori. Completano la struttura sportiva gli spogliatoi per squadre e arbitri, gli spazi per depositi, la centrale termica e un parcheggio esterno.

Collocato all’interno della cittadella dello sport, il progetto della nuova infrastruttura punta a intercettare i contributi per interventi di rigenerazione urbana previsti dall’avviso pubblico approvato con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 21 gennaio 2021, di Concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, il Ministro dell’interno e il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Il costo complessivo della struttura è stimato in 3.650.000 euro, di cui 120.000 euro direttamente finanziati dall’Amministrazione comunale. Poiché l’intervento dovrà essere inserito nel programma triennale delle opere pubbliche il suo finanziamento è previsto mediante l’accensione di un mutuo anche se l’effettiva realizzazione dell’opera è subordinata all’assegnazione del contributo statale.

“La possibilità di candidare un progetto particolarmente importante per ampliare la dotazione di strutture all’interno del nostro centro sportivo è un’occasione che non potevamo lasciarci sfuggire – commenta la vicesindaca e assessora ai Lavori pubblici Pamela Fussi -. Sempre nell’ambito dello stesso canale di finanziamento oltre alla struttura sportiva polifunzionale, abbiamo presentato domanda di contributo per il restauro e il risanamento conservativo del Museo Etnografico per un importo di circa 1.338.000 euro con una quota di cofinanziamento dell’Amministrazione comunale di 62.000 euro”.

Notizie correlate