Indietro
martedì 3 agosto 2021
menu
Scuderia Malatesta

Baldinini, Bucci e Pelliccioni al Rally di San Marino

In foto: Bruno Pelliccioni
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 25 giu 2021 14:16
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nuova avventura per il pilota della Scuderia Malatesta Filippo Baldinini, pronto al palco partenza di questo 49° San Marino Rally.

Al volante della Mitsubishi Lancer Evo Baldinini, navigato da Mirco Gabrielli, si prepara ad affrontare la gara di “casa” che rappresenta una tappa importante del CIRT; infatti dopo aver portato a termine il Rally Adriatico con costanza e caparbietà, arrivando primo di classe R4 e conquistando punti in ottica di campionato, cercherà di dare il massimo su questi importanti sterrati che lo vedranno impegnato per 78,59 chilometri di prove cronometrate suddivise tra la Power Stage di Venerdì e Terra di San Marino, Macerata Feltria e Sestino da ripetere rispettivamente due e tre volte.

Inizia il conto alla rovescia per il giovane pilota della Scuderia Malatesta Andrea Bucci, che si presenterà alla linea di partenza per il 49° San Marino Rally.

Dopo la disavventura del Rally Adriatico che lo ha visto coinvolto in un’importante uscita di strada costringendolo al ritiro dalla competizione il portabandiera della Malatesta riparte più carico di prima. Grazie ad un’accurata rimessa in sesto della vettura il pilota originario di Pietracuta tornerà al volante della Renault Clio R3 affiancato dal navigatore Manuel Barbieri. Concentrato e pronto per affrontare i familiari sterrati del vicinato Bucci si dice intenzionato a portare a casa un buon risultato per riscattarsi della gara precedente e recuperare quindi punti importanti per risalire la classifica del CIRT.

Grande fermento tra le fila della Scuderia Malatesta in vista di questo 6° San Marino Rally Historic con il suo alfiere Bruno Pelliccioni che torna su questi sterrati agguerrito come non mai.

Al volante della sua Ford Escort, affiancato da Roberto Selva, il pilota sammarinese darà il tutto per tutto su queste strade a lui così care e che lo hanno visto protagonista di una grande battaglia all’ultimo secondo nella scorsa edizione.

Pelliccioni, vincitore del CIRTS nel 2020 e attualmente ancora primo in classifica, darà più del massimo durante questa competizione non solo perché questa rappresenta la terza delle sei tappe del campionato, ma anche perché, come ricorda nella sua precedente intervista, il Rally di San marino è una delle sue gare preferite, con strade belle ed insidiose, sulle quali sente però tutto l’affetto del pubblico di casa. Non ci resta dunque che attendere Venerdì per la partenza ufficiale della prima vettura e seguire passo passo i 78,59 chilometri di prova speciale che le auto storiche, come le sorelle moderne, dovranno affrontare.