Indietro
giovedì 17 giugno 2021
menu
Basket B Femminile

La Ren-Auto fa suo il derby con la Libertas Forlì (58-52)

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 25 apr 2021 22:49 ~ ultimo agg. 22:50
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ren-Auto-Libertas Forlì 58-52 (14-13; 24-15; 11-15; 9-9), giocata domenica 25/4.

IL TABELLINO
Ren-Auto: Novelli 7, Duca N. 17, Pignieri 7, Duca E., Farinello, Borsetti, Capucci 20, Castellani, Lazzarini 7, Tiraferri, Gambetti. All. Rossi.

Libertas: Guidi, Balducci 2, Vespignani 10, Montanari 7, Pieraccini 13, Ronchi 10, Cedrini 3, Balestra, Bollini 7, Gentile. All. Montuschi.

Arbitri: Forni e Bettini.

CRONACA E COMMENTO
La prima fase del campionato di Serie B si chiude alla Carim con il derby con Forlì, recupero della prima giornata: la Ren-Auto ritrova coach Rossi, ma deve ancora fare a meno di La Forgia.

Quintetto di partenza: Novelli, Capucci, Pignieri, Farinello e Noemi Duca. Primo quarto in grandissimo equilibrio con le ospiti partono più convinte e provano a scappare sullo 0-4, ma l’Happy rimonta, pareggia e trova il primo vantaggio dalla lunetta, a seguito di un tecnico fischiato alla panchina ospite: 14-13 a 1′ dal primo intervallo.

Un paio di azioni infruttuose lasciano il punteggio inalterato alla pausa. Col primo possesso del secondo quarto Forlì rimette la testa avanti, ma una tripla di Lazzarini dà alla Ren-Auto il +2, 17-15. Due liberi di Novelli a 6′ dalla pausa lunga valgono il massimo vantaggio, 23-20. La partita è intensa, le squadre giocano ad un buon ritmo e corrono non appena possibile: lo spettacolo è decisamente piacevole. È il momento migliore per la Ren-Auto che con la difesa e la corsa tocca il +10, 30-20, costringendo Forlì al time-out. Le rosanero si buttano su tutti i palloni e questo frutta più di un extra-possesso da rimbalzo d’attacco, poi convertito in due punti. Dopo il time-out, tuttavia, le rosanero sbagliano un paio di triple aperte, peraltro costruite benissimo, che scoprono il fianco alle transizioni di Forlì, che si riporta così sotto con un parzialino di 4-0, 32-26. Da un altro rimbalzo d’attacco, però, nasce la tripla del +9 di Asia Lazzarini, 35-26, con meno di 1′ da giocare. Forlì segna e accorcia, ma la Ren-Auto, con 8″ sul cronometro, imbastisce un signor attacco che permette a Capucci di infilare da dietro l’arco il buzzer-beater del 38-28.

Un canestro di Pignieri in apertura di secondo tempo vale il nuovo massimo vantaggio, +12 sul 40-28. Segnato il canestro del 42 l’attacco rosanero si inceppa e gira a vuoto per 5′: Forlì ne approfitta e con un parziale di 9-0 si riavvicina sensibilmente, 42-39. La tripla di Capucci che toglie il coperchio dal canestro è una manna dal cielo, perché rimette due possessi tra le squadre, 45-39 a 4′ dall’ultima pausa.

La Ren-Auto trova buone risposte in difesa dalla zona 3-2, ma in attacco, complice la stanchezza, fatica e sono così provvidenziali due giocate di Noemi Duca: rimbalzo d’attacco trasformato in due punti e transizione vincente poco dopo, per il 49-43 con cui si chiude la terza frazione. Le squadre sono stanche e i primi 2’30” del quarto quarto ne sono la prova: tanti errori, nessun canestro e poco ossigeno. Diventa così pesantissima la tripla che Novelli infila da sette metri e che vale il +9, 52-43. La Ren-Auto torna anche a +10, ma Forlì trova le energie per una reazione inattesa, per come si stava mettendo la partita: 4-0 di parziale e possesso per riportarsi a -4. La difesa rosanero però tiene e il 2/2 dalla lunetta di Capucci, a 23″ dalla sirena, sancisce una meritata vittoria. Finale alla Carim: Ren-Auto batte Libertas 58-52.

«Vittoria fondamentale, perché ci dà il 2-0 nello scontro diretto – spiega coach Rossi: tecnicamente abbiamo condotto la gara fin dal primo quarto e finché ha tenuto fiato abbiamo fatto bene entrambe le fasi, come dimostrano i 38 punti segnati nel primo tempo. Stasera ho ruotato meno del solito, perché giocavamo contro una squadra piccola e per cercare di dare uno strappo: è stato un rischio, ma alla fine ha pagato. Mi dispiace per chi non ha giocato, o è stata in campo poco: ci apprestiamo ad affrontare avversarie molto fisiche e forti, otto partite che ci daranno l’occasione per dare spazio e responsabilità a tutte. Sono molto contento di questa prima fase: con tutti i problemi che abbiamo avuto fare 6 punti è un ottimo risultato, le ragazze sono state brave».

La Ren-Auto tornerà in campo ad Ancona sabato 1 maggio – orario in via di definizione – per la gara con le Basket Girls.

Massimiliano Manduchi
Ufficio Stampa Happy Basket Rimini

Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
VIDEO