Indietro
menu
cosa stai cercando?

Giornata Vocazioni. Il vescovo scrive ai giovani della Diocesi

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
gio 22 apr 2021 16:27 ~ ultimo agg. 23 apr 17:58
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

In occasione della 58ª Giornata mondiale di preghiera per le Vocazioni il vescovo di Rimini ha scritto ai giovani riminesi. Monsignor Lambiasi si è messo al computer e ha dedicato tre brevi capitoletti a coloro che “cercano la vita. Una vita, bella, piena, appassionante!”. Racconta anche la sua personale esperienza di vocazione: “Francesco, che cosa stai cercando?”.
Il Vescovo ricorda che: “La fede nasce da una esperienza, la risposta fiorisce in un incontro”, e che davanti a Dio non si può stare con il timer. L’incontro con Gesù non censura i progetti personali, Gesù non entra nella vita delle persone come un caterpillar, ma conduce propositi e aspettative a quella pienezza a cui il cuore anela ad approdare.

 

Come ulteriore proposta, viene offerto ai giovani il Vangelo di Giovanni (1,35-42). Una storia di ‘vocazione’ così densa, così provocatoria, come forse nessun’altra pagina di vangelo. Una storia così fresca e attuale, da sembrare un diario del cuore. Due giovani sono in ricerca. Di uno l’evangelista riporta il nome: Andrea. Dell’altro, no. “Mi domando: – si chiede e domanda a tutti il Vescovo – e se fossi io?”. Il Vangelo può parlare attraverso ciascuna persona. Da qui l’invito ad inviare al Vescovo stesso, ad altri collaboratori della Pastorale Giovanile, ma anche al proprio educatore o sacerdote o persona di riferimento, ciò che la Parola del Vangelo di Giovanni suscita.

Domani alle 20,35 iprogramma di Icaro TV “I Giorni della Chiesa” sarà totalmente dedicato al tema della vocazione. Quattro gli ospiti in studio: don Cristian Squadrani, direttore del centro Vocazionale della Diocesi di Rimini; don Alessandro Pironi, diacono, e atteso il prossimo 23 maggio dall’ordinazione sacerdotale in Basilica Cattedrale; Serena Davoli e Vittorio Cicchetti, due giovani riminesi.
Nell’occasione, sarà presentato il video della Lettera realizzato proprio da IcaroTV e disponibile sulla piattaforma Icaroplay. Il Vescovo Francesco, in audio, legge la Lettera ai giovani, con immagini evocative e lui stesso impegnato nella stesura della missiva al computer.

 

 

 

Il video non è l’unico veicolo adottato dalla Diocesi di Rimini per veicolare la Lettera.

Il settimanale ilPonte (in edicola da giovedì 22 aprile) vi ha dedicato 2 pagine, e riporta integralmente il testo del Vescovo.
Dato che la Lettera si rivolge ai giovani, la Pastorale Giovanile diocesana ha pensato bene di “tradurre” la missiva del Vescovo Francesco in “formati” più consoni ai ragazzi. Per parlare direttamente a loro, con il loro linguaggio e le modalità a cui sono più abituati.
Grazie al gruppo che in Quaresima ha già ideato e promosso “Parola ai Giovani”, il commento social alla Parola di Dio, sarà realizzato dagli stessi giovani un trailer della Lettera. Sarà pubblicato su Instagram, sul sito, sulla pagina Facebook e sul canale youtube della pastorale Giovanile Rimini.

Una terza modalità, sempre pensata dai giovani stessi, è un podcast: un audio della Lettera per poterla ascoltare in qualsiasi momento e in ogni luogo.

La giornata è una preziosa occasione per richiamare alle comunità e ad ogni persona, in particolare ai giovani, che il senso della vita è scoprire il sogno di bene e felicità che Dio vuole costruire con l’uomo, amando con gioia e totalità ogni persona e i fratelli.
A questo proposito, Papa Francesco ha dedicato un messaggio alla Giornata di preghiera per le vocazioni, dal titolo: “San Giuseppe: il sogno della vocazione”.
La Diocesi di Rimini mette a disposizione di chi lo desidera alcuni spunti per l’animazione della messa domenicale: introduzione, preghiere dei fedeli, preghiera per le vocazioni di questa giornata 2021.

Altre notizie
di Lamberto Abbati
VIDEO
di Redazione
VIDEO
di Simona Mulazzani
Notizie correlate
di Andrea Polazzi