Indietro
menu
Annunciati altri cantieri

Piazza Don Minzoni. Il sindaco Giorgetti presenta il progetto

In foto: rendering di piazza Don Minzoni a Bellaria
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mar 30 mar 2021 14:04
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

In una diretta facebook sulla pagina del comune, il sindaco di Bellaria Igea Marina, Filippo Giorgetti, insieme ad assessori e tecnici, ha presentato l’intervento previsto su piazza Don Minzoni.

Il primo cittadino è tornato sull’idea di “agorà”, ossia sull’intenzione di consegnare alla città “una piazza con i crismi che contraddistinguono il centro storico classico delle città europee e mediterranee. La sintesi tra la urbs, la città delle strutture e delle infrastrutture, e la polis, la città delle relazioni e della comunità.” Con l’obiettivo, non di meno, “di riconsegnare alla chiesa presente nell’area il ruolo che le appartiene, di quinta scenica nobile e riferimento per chi passeggia lungo l’Isola dei Platani.
Tra gli elementi strategici della nuova piazza ci sarà il verde. “E’ stato condotto uno studio approfondito anzitutto sulla vegetazione presente – ha detto Giorgetti – grazie al quale è sarà possibile ricollocare presso alcune rotonde cittadine le palme prima presenti nell’area. Le nuove aiuole sono state concepite per coniugare l’aspetto estetico, mirando a un giardino fiorito tutto l’anno nel rispetto della sostenibilità, a basso impatto ambientale, di grande pregio botanico e studiato per liberare la vista verso il centro piazza. E poi l’illuminazione, gli arredi e le panchine, per le quali una grande azienda italiana che esporta in tutto il mondo ha ideato forme e linee ad hoc. Infine, quella che abbiamo chiamato scenografia urbana, grazie a un cantiere che si fa quinta scenica in se’ con le suggestioni della piazza che verrà.”

Andrea Succi, Amministratore Unico di Anthea, società che nel concreto sta eseguendo i lavori, ha spiegato come “l’intervento in piazza Don Minzoni sia cresciuto progettualmente, partendo da una semplice idea di restyling per giungere a quella che abbiamo chiamato rigenerazione, un’esperienza pilota che intende unire la ‘città fisica’ a quella ‘mentale’ e dello stare insieme. Il tutto sotteso a un approccio tecnico rigoroso e approfondito, che permetterà ai frequentatori della piazza di guadagnare ben due terzi di superficie fruibile rispetto al passato.

La presentazione di piazza Don Minzoni, è stata poi occasione per fare il punto anche su altri cantieri. “Sette o otto interventi in essere distribuiti in città, a cui si aggiungono opere ordinarie, manutenzioni, asfaltature e rifacimento della segnaletica orizzontale lungo le strade, riteniamo traducano un impegno notevole in questo momento, anche guardando alle realtà limitrofe: frutto anche del tanto lavoro prodotto da uffici e tecnici comunali, che ringraziamo. Opere condotte secondo le linee guida che diano sostenibilità presente e futura a Bellaria Igea Marina: sotto il profilo economico, sociale e ambientale. Con la consapevolezza che sia questa la strada giusta anche in ottica turistica“, la riflessione dell’Assessore ai Lavori Pubblici Cristiano Mauri. 
Promuovere l’accessibilità a Bellaria Igea Marina e una mobilità dolce per chi si trovi al suo interno: sullo sfondo, il nuovo rapporto tra città e mare. Ecco allora che “diventano un unicum il nuovo waterfront della zona Nord, i cui lavori viaggiano spediti, il rifacimento di tutto il fondo sul lungomare Colombo, la progettualità che vede coinvolto il porto canale, il progetto urbano coordinato per il futuro di viale Pinzon, il tratto sperimentale in zona colonie fino alla nuova strada di gronda per chi raggiunge Bellaria Igea Marina da Sud.” Senza dimenticare “quella città dei servizi – prosegue l’assessore – che passa anzitutto dall’edilizia scolastica, con interventi che interessano praticamente gli impianti di tutti i plessi cittadini, le opere di cablaggio delle reti dati, fino all’intervento straordinario da 2.5 milioni di euro alla primaria Ferrari – comunque subordinato all’ottenimento di contributo statale – , dove è previsto anche un adeguamento sismico e alla progettazione che presto entrerà nel vivo e che riguarda la realizzazione di una nuova scuola dove sorgeva il Centro Tennis di Bellaria.

Mauri ha poi richiamato l’opera di efficientamento che interessa l’illuminazione pubblica su tutto il territorio, oltre a nuovi interventi all’ex Fornace volti a promuovere l’accessibilità al parco della stessa. Annunciate infine alcune iniziative significative sul fronte dei servizi: “l’ampliamento del cimitero di Bordonchio, con annessa realizzazione di un nuovo ascensore, la progettazione del nuovo plesso scolastico che sorgerà nell’area ex Centro Tennis Bellaria, la riqualificazione, energetica e non solo, dello Stadio Nanni, nonché un nuovo playground al Parco del Gelso analogo a quello realizzato e apprezzato presso il parco del Comune.

Notizie correlate