Indietro
menu
Ospite a Mattino 5

Bonaccini: Stretta robusta per arginare. Bisogna riaprire per non chiudere più

In foto: Bonaccini a Mattino 5
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 10 mar 2021 12:26 ~ ultimo agg. 11 mar 08:02
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

“Può darsi che la stretta nei weekend possa essere sufficiente” ad arginare la terza ondata del Covid. Però “credo ci voglia anche poi la valutazione territorio per territorio”. Lo ha detto il presidente dell’Emilia-Romagna e della conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini intervenendo oggi alla trasmissione Mattino 5.

“Ho deciso di rendere zone rosse già la scorsa settimana le province di Bologna e Modena – spiega Bonaccini – che da sole valgono quasi la meta’ della popolazione delll’Emilia-Romagna perchè i contagi erano molto alti”. Ora comunque “credo che qualche misura estesa al paese serva per cercare di arginare questa ondata”.

Bonaccini rileva che il sistema dei colori per le diverse regioni, dopo aver funzionato in altre fasi della pandemia “sta mostrando qualche difficoltà sul lungo periodo”. Il contagio, fa notare ancora Bonaccini, “sta crescendo in quasi tutto il paese, i numeri sono preoccupanti. Le cosiddette varianti hanno cambiato quasi la natura di questo virus perchè contagiano molto piu’ rapidamente e colpiscono anche bambini e giovanissimi. Quindi credo che il Governo faccia bene su consiglio degli esperti e degli scienziati a porsi il tema di come dare una stretta robusta per qualche settimana. Perche’ abbiamo bisogno, una volta che si riapre, a non chiudere mai piu’. E’ bene farlo adesso che i contagi sono in alcune realta’ saliti molto, in altre stanno salendo. Abbiamo bisogno- conclude Bonaccini- di tornare a vedere la luce molto presto”.

L’intervista a Bonaccini.

(fonte Agenzia Dire)

Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.