Indietro
menu
Vicenda non conclusa

Antenna Ina Casa, sospesi lavori. Comitato: c'è poco da festeggiare

In foto: uno striscione
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 16 mar 2021 10:16
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sembra sospesa al momento l’installazione dell’antenna Iliad in via Argelli all’INA Casa. Lo rende noto il comitato spontaneo secondo cui però “non c’è granché da festeggiare” visto che “dopo mesi e mesi di incontri, manifestazioni e ricorsi ci ritroviamo in una situazione dove l’Amministrazione comunale non ha ancora deciso cosa fare“. Il comitato contesta il fatto che l’amministrazione “in ben due mandati consecutivi non ha saputo mettere mano alla tematica “telefonia mobile”, che al contrario, in questi 10 anni ha compiuto più di una rivoluzione“. Per quanto riguarda l’intervento su via Argelli, i cittadini evidenziano che il comune “non ha revocato l’autorizzazione all’installazione, “non ha mai proposto realisticamente siti alternativi” e “non ha ancora istituito nessun tavolo tecnico di confronto né a livello comunale, né a livello regionale“. Inoltre “solo 10 giorni fa – si legge nella nota del comitato – siamo stati rassicurati dall’Ass. Montini che i lavori non avrebbero avuto una ripresa rapida. Ma i divieti di sosta e transito previsti per 15 e 16 marzo in via Argelli, sono stati richiesti alla polizia municipale con almeno un preavviso di 25 giorni“.
I cittadini, citando la richiesta di dimissioni al sindaco di Coriano Spinelli per la vicenda dell’antenna Wind arrivata dalla consigliera regionale Pd Nadia Rossi, auspicano “lo stesso rigore intellettuale anche a Rimini“. “Il rinvio delle elezioni comunali – continua il comitato – lascia a questa Giunta, che già si proiettava in un passaggio di consegne tutto interno, un margine temporale adeguato per produrre soluzioni concrete. Diversamente, così come accadde al Parco Fabbri / Parco Cervi, associato alla “Torre della SIP”, anche l’INA-Casa si potrà fregiare dell’esclusività della “Torre Gnassi”, probabilmente l’ultima grandiosa opera di un ottimo sindaco.”
Il comitato resta alla finestra e conferma di essere pronto a manifestare nuovamente.

Notizie correlate
di Lamberto Abbati   
di Redazione