Indietro
menu
femminicidio

Omicidio Sonia. Catturato presunto assassino

In foto: Sonia di Maggio
di Lucia Renati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 2 feb 2021 09:33 ~ ultimo agg. 17:14
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

E’ stato catturato questa mattina Salvatore Carfora, 39enne di Torre Annunziata (Napoli), il presunto responsabile dell’omicidio di Sonia Di Maggio, la 29enne riminese uccisa a coltellate la sera del 1 febbraio a Specchia Gallone, frazione di Minervino di Lecce mentre era in compagnia del suo fidanzato. L’uomo bloccato è l’ex fidanzato della giovane. Sarebbe stato fermato dagli agenti del commissariato di Otranto, mentre a piedi cercava di raggiungere un mezzo con il quale allontanarsi dal Salento. L’omicidio è avvenuto a pochi passi dall’abitazione dell’uomo. Carfora, parcheggiatore abusivo senza fissa dimora, era stato dimesso dall’ospedale psichiatrico giudiziario “Filippo Saporito” il 19 giugno scorso.

Sonia Di Maggio, originaria di Rimini, da alcune settimane era residente in Puglia dove aveva raggiunto il nuovo fidanzato.

Gli inquirenti stanno cercando di comprendere se si sia trattato di un delitto a sfondo passionale. L’assassino avrebbe raggiunto Sonia Di Maggio mentre la ragazza si trovava per strada insieme al nuovo fidanzato, colpendola con diverse coltellate fino a ridurla esanime. Quando sul posto sono giunti i sanitari del 118 nulla è stato possibile fare per rianimare la ragazza. Il fidanzato avrebbe cercato inutilmente di difendere la 29enne, ma senza riuscire ad evitarle i colpi mortali.