Indietro
menu
interventi da 9 milioni

Sottopassi ferroviari di Viserba: a fine mese la riapertura. Il video del cantiere

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 19 gen 2021 14:24 ~ ultimo agg. 20 gen 13:42
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sono perfettamente in linea con il cronoprogramma i lavori che rientrano nel vasto progetto dei sottopassi ferroviari di Viserba. Una puntualità che consentirà – entro la data prevista del 24 gennaio prossimo – la riapertura della linea ferroviaria Rimini-Ravenna, ad oggi interrotta per consentire la realizzazione dell’opera.

Si tratta di un’importante opera stradale che darà sicurezza e fluidità alla viabilità non solo di Viserba e che, con la realizzazione dei due sottopassi, consentirà la soppressione dell’attuale passaggio a livello tra via Morri e via Polazzi a Viserba. Il nuovo asse viario   (visibile nel video realizzato dai Lavori Pubblici del comune: https://youtu.be/HIJi9xK36cY ) collegherà in modo più fruibile Rimini nord con il centro della città.

Nello specifico il progetto prevede la costruzione di un sottopasso in grado di garantire il collegamento tra l’asse stradale adiacente alla linea ferroviaria Ravenna-Rimini, a nord-est della stessa, e via Libero Missirini, a sud-est del “Centro Studi” di Viserba. Il sottopasso carrabile si collocherà all’altezza di viale Garibaldi, tra Viale Ghelfi e Viale Lamarmora. Precisamente, la rampa lato mare inizierà la sua discesa in posizione intermedia tra Viale Ghelfi e Viale Garibaldi, mentre quella lato monte sarà collocata all’altezza dello spazio compreso tra la Scuola Media Fermi e il Liceo Psicopedagogico Valgimigli. La lunghezza complessiva del tracciato dell’opera nella sua porzione interrata avrà uno sviluppo lineare di circa 146 metri di lunghezza, 68,5 m dei quali coperti. La larghezza del percorso andrà da un minimo di 7,40 metri ad un massimo di 8 metri nel tratto rettilineo al di sotto della linea ferroviaria.

Insieme al sottopasso carrabile, vi è il sottopasso ciclopedonale, che sarà realizzato per consentire l’attraversamento in sicurezza della linea ferroviaria in corrispondenza dell’attuale passaggio a livello presente tra Via Morri e Viale Polazzi che sarà dunque soppresso. Il sottopasso, accessibile attraverso gradini e rampe aventi pendenza del 6% per cicli e disabili, avrà una larghezza di 3 metri e un’altezza di 2,50.

Un’opera dunque che, integrandosi strettamente e in modo sinergico, rende possibile l’intervento in corso di riqualificazione del lungomare nord dove al posto della strada, è in corso di realizzazione una passeggiata continua di 6,3 km, con l’inserimento di una pista ciclabile, la creazione di piccoli spazi pubblici di accesso e raccordo con la spiaggia, arredi e nuova illuminazione. Il costo complessivo degli interventi sul sottopasso è di 9 milioni di euro e sono realizzati da Rfi – Rete ferroviaria italiana che, grazie a una convenzione con il Comune di Rimini, svolge la funzione di Stazione Appaltante. Oltre alla gestione dell’intervento, Rfi finanzia l’opera per 5,5 milioni di euro, mentre sono a carico del Comune di Rimini i rimanenti 3 milioni e mezzo inclusi nel quadro economico dei 18 milioni di euro del Bando delle Periferie. La conclusione dei lavori è prevista prima della stagione balneare.

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO