Indietro
domenica 28 febbraio 2021
menu
SERIE B OLDWILDWEST

RivieraBanca-Alba 70-73, Bernardi: "Abbiamo perso meritatamente"

In foto: Massimo Bernardi (Foto Nicola de Luigi)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 31 gen 2021 23:23
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si ferma a due la mini-striscia positiva di RivieraBanca Basket Rimini, superata al Flaminio dall’Olimpo Basket Alba (70-73).

Le dichiarazioni del dopogara del coach di RBR, Massimo Bernardi.

“È una partita che abbiamo perso meritatamente, non bisogna stupirsi perché i ragazzi stanno facendo pentole e coperchi. Tutti sanno quanto è difficile giocare senza due giocatori del quintetto, l’abbiamo rimediata a Cesena con grande intensità ma non sempre le partite ed i momenti si ripetono allo stesso modo. Nei primi due quarti gli avversari hanno preso 13 rimbalzi offensivi in più di noi ed alla fine 13 in più in generale, mentre i nostri lunghi Crow, Broglia, Bedetti ed Ambrosin hanno preso 9 rimbalzi in totale, quanti ne dovrebbe prendere un giocatore solo. È evidente la disparità della situazione tattica dei rimbalzi che è quella determinante nel vincere la partita, nonostante questo siamo riusciti ad andare avanti di 9 punti ma la squadra è corta e non abbiamo le giuste rotazioni soprattutto nel ruolo di playmaker: Rivali deve fare sempre gli straordinari, non ha una buona condizione perché ha ricominciato da poco e spesso è affaticato. Nel momento decisivo i ragazzi non sono stati bravi, abbiamo commesso delle ingenuità ed in attacco il nostro ritmo del gioco ha risentito dell’assenza di un playmaker e dell’infortunio di Mladenov: abbiamo fatto quello che si poteva fare. Sicuramente non dobbiamo pensare agli arbitri anche se la componente tecnico-arbitrale a volte decide la partita e questa sera penso siano stati troppo protagonisti, ma al di là di questo non sarebbe stata una vittoria meritata. Dobbiamo meditare tutti quanti insieme, sappiamo che stante questa situazione di squadra senza Simoncelli e Rinaldi bisogna fare i miracoli ma non sempre vengono perché parliamo di ragazzi giovani ed inesperti: bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare.”

L’infortunio di Mladenov arriva in un ruolo già falcidiato quest’anno dalle assenze. Cosa pensa di fare in questa situazione complicata?
“Noi quello che possiamo fare è andare in palestra ed impegnarci al cento percento come stiamo facendo sempre, poi per quanto riguarda questo aspetto c’è una Società competente che penserà a quello che bisogna fare. Speriamo che Mladenov non abbia niente di grave, la caduta non è stata bella: in quel ruolo è un po’ spersonalizzato, non riesce a fare quello che deve fare singolarmente inserito nella squadra ed a far giocare gli altri. Abbiamo provato Broglia playmaker però non ha più il ritmo per giocare in quella posizione, speriamo che ci siano delle buone novità per Simoncelli ma dovremo aspettare lo staff medico.”

In una situazione così la soluzione è cercare di tirare fuori il meglio dal gruppo?
“Non dobbiamo venire fuori da nessuna situazione, abbiamo una buona classifica. La squadra così com’è è allo stesso livello di Alba, Alessandria ed altre squadre: siamo sette giocatori, non siamo più forti degli altri. Faremo tutto il possibile, i ragazzi già si stanno impegnando e lavorando con grande energia ed applicazione, però in campo ci sono anche gli avversari e la nostra condizione oggettiva.”

Ufficio Stampa
RivieraBanca Basket Rimini

Notizie correlate
di Redazione