Indietro
menu
Tavolo in Regione

Industrie Valentini, ci sono offerte. Si andrà all'asta competitiva

In foto: le industrie valentini
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 20 gen 2021 14:36 ~ ultimo agg. 21 gen 11:28
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il tavolo convocato oggi in Regione con azienda, sindacati e istituzioni locali ha permesso di fare un po’ di chiarezza sul futuro delle Industrie Valentini di Rimini. Attualmente i suoi 152 lavoratori si trovano in cassa integrazione dall’8 giugno ma l’ammortizzatore sociale scadrà il 7 febbraio. L’azienda ha spiegato al tavolo di essere fiduciosa nella possibilità che entro la settimana venga formalizzata l’intenzione di acquisto da parte di alcuni imprenditori sia italiani che stranieri. Nomi non ne sono stati fatti ma si tratterebbe di realtà collegate comunque con il settore del legno. Il 5 Febbraio le Industrie Valentini presenteranno in Tribunale il Concordato liquidatorio con riserva legata ad una o più offerte di acquisizione. Successivamente il Tribunale di Rimini procederà con un’asta competitiva. Un nuovo tavolo sarà riconvocato in Regione a metà della prossima settimana con l’obiettivo di affrontare il tema della salvaguardia occupazionale. I sindacati infatti temono che non tutti i posti di lavoro possano essere salvaguardati.

La nota della Fillea Cgil

Riunito il tavolo a distanza convocato dall’assessore regionale Vincenzo Colla, su richiesta delle organizzazioni sindacali, per fare il punto sulla crisi delle Industrie Valentini.
Hanno partecipato: per la Regione Emilia Romagna Roberto Poli staff assessorato al lavoro, Stefano Mazzetti staff crisi aziendali, per la Provincia di Rimini Simone Gobbi, per il Comune di Rimini l’assessore Mattia Morolli, per l’azienda Gianluca Valentini e l’ingegnere Luca Peli, per la CGIL territoriale la Segretaria generale Isabella Pavolucci, per la Fillea CGIL di Rimini Renzo Crociati, per la Fillea CGIL Emilia Romagna Filippo Calandra, Roberto Casanova per la Filca Cisl Romagna e la RSU aziendale.
Ha aperto la riunione, volta sostanzialmente a capire quanto c’è di concreto nella possibilità che le Industrie Valentini vengano acquisite da un altro imprenditore, il segretario della Fillea CGIL Rimini Renzo Crociati. Ribadita la preoccupazione rispetto al pericolo che non tutti i posti di lavoro possano essere salvaguardati e anche sul futuro di un sito produttivo così importante per il territorio come le Industrie Valentini.
Per parte sua l’Azienda ha dichiarato di essere fiduciosa nella possibilità che entro la settimana venga formalizzata l’intenzione di acquisto da parte di alcuni imprenditori. Non sono stati fatti nomi ma si tratterebbe di imprenditori sia italiani che stranieri collegati comunque con il settore del legno.
Il 5 Febbraio l’Azienda presenterà in Tribunale il Concordato liquidatorio con riserva legata ad una o più offerte di acquisizione. Successivamente il Tribunale di Rimini procederà con un’asta competitiva.
Giovedì 21 Gennaio le Organizzazioni sindacali incontreranno nuovamente i funzionari della Regione Emilia Romagna per discutere di ammortizzatori sociali in considerazione del fatto che per i 152 lavoratori il 7 febbraio scadrà la Cassa integrazione straordinaria per crisi aziendale iniziata l’8 giugno 2020.
La stessa Regione Emilia Romagna riconvocherà il tavolo a metà della prossima settimana, quando informazioni più certe consentiranno di discutere concretamente del tema della salvaguardia occupazionale.