Indietro
mercoledì 22 settembre 2021
menu
Calcio D

Bagnolese-Rimini, Mastronicola alla vigilia: "è il momento di dare una zampata"

In foto: Alessandro Mastronicola
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
sab 23 gen 2021 11:25 ~ ultimo agg. 24 gen 13:55
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email


Dopo il nuovo stop per casi di positività nel gruppo biancorosso, il Rimini è pronto a tornare in campo. Per la 13a giornata del campionato di Serie D girone D i romagnoli saranno di scena allo stadio “Fratelli Campari” di Bagnolo in Piano (RE), tana di una Bagnolese reduce dal vincente recupero infrasettimanale con la Correggese (1-0) che ha permesso ai rossoblu di raggiungere il Rimini in classifica a quota 17 (ma Scotti e compagni hanno giocato due partite in meno). Gli emiliani non potranno schierare Pane.

Calcio d’inizio alle ore 14:30, diretta della gara sulla pagina Facebook Rimini Football Club, diretta testuale su Newsrimini.

La vigilia dell’allenatore della Rimini Calcio, Alessandro Mastronicola.

Si riparte dopo l’ennesimo stop, anche se questa volta di una sola settimana. “Abbiamo tempo di rifarci perché in due settimane abbiamo cinque partite, se tutto va come deve andare – attacca Mastronicola -. Quella che devi affrontare è sempre la gara più difficile perché hai staccato di una domenica quando magari avevi bisogno di giocare per rifarti immediatamente dopo la sconfitta di Prato. Abbiamo avuto più tempo per digerirla, è vero, ma il rischio è di mollare un pochino la presa. C’è questa difficoltà nel ricominciare contro una squadra complicata da affrontare, che ha vinto le ultime due partite ed è quindi in un periodo buono di forma fisica e mentale. È vero che hanno giocato l’infrasettimanale, ma quando il risultato è positivo le fatiche non si sentono minimamente”.

È anche vero che avete avuto più allenamenti per inserire i due nuovi acquisti. “Questo periodo ci ha permesso di lavorare di più, ma quando hai la partita il riscontro è diverso. Hai avuto quei 3-4 giorni in più, ma il riscontro reale è la partita”.

Sei gli indisponibili in casa biancorossa. “Non abbiamo recuperato nessuno, neanche Pupeschi, che è stato relativamente fermo fino a giovedì, quando l’ho rivisto al campo. È alle prese con burocrazia post covid e non è tra i disponibili. Mancano anche Lugnan, Canalicchio, Capicchioni, Grumo e Sambou, che ha accusato un piccolo risentimento muscolare giovedì a fine allenamento”.

Arlotti e Gomis sono pronti per giocare anche dal primo minuto? “Dal punto di vista fisico stanno abbastanza bene. Arlotti lo conoscete bene, anche se nell’ultimo periodo prima del trasferimento era rimasto fermo: ha un fisico che non ha bisogno di molto allenamento, l’entusiasmo che ha poi riduce il gap. Gomis sta bene, si sta abituando al nuovo metodo di lavoro, ma la sua struttura può ovviare a questo”.

Con il loro inserimento cambierà qualcosa nel modulo? “Il trequartista vero e proprio non lo abbiamo: chiedo ai tre attaccanti che vanno in campo di svariare. Non è che uno solo faccia il trequartista, mi interessa una rotazione che venga fatta in un certo modo. A seconda di chi va in campo ci sono delle caratteristiche diverse da sfruttare”.

Qualche problema con gli under, visti gli indisponibili. “La coperta è un po’ corta quando devi fare le formazioni con gli under. In difesa giocherà Gigli, se non starà male stanotte (e sorride, ndr). Non mi preoccupano né la sua condizione fisica né la sua condizione mentale”.

Arlotti potrebbe giocare anche da esterno? “Arlotti è così: si mette a disposizione per questa maglia. Sgomita, come fanno gli altri, per aver un posto da titolare. Che poi abbia caratteristiche per fare l’esterno lo so. “Bouba” (Sambou, ndr) e Arlotti hanno caratteristiche diverse e possono giocare insieme, anche se non domani, vista l’indisponibilità di Sambou. Bouba ha bisogno di avere la palla nei piedi, Arlotti riesce a lavorare negli spazi e riesce a lavorare in profondità”.

Potrebbero essere le due settimane della svolta? “Oggi sei nelle condizioni di giocare ogni tre giorni e quindi di dare una zampata. Se aspettiamo gli altri questa zampata non arriverà mai, siamo nelle condizioni di farlo e se vogliamo farlo sappiamo farlo. E volere a mio avviso è potere: vince solo chi vuole farlo”.

I risultati dei recuperi di mercoledì sono stati favorevoli al Rimini. “Il risultato dell’Aglianese mi ha un po’ sorpreso, ma anche quando abbiamo giocato noi con il Corticella all’intervallo stava 2-0 e la partita era ancora aperta. Devi sempre dimostrare di essere più bravo”.

Con l’arrivo del portiere (Federico Adorni, vedi news) la rosa è al completo. Soddisfatto degli uomini che ha a disposizione? “Io sono contento di quello che ho: ho un gruppo di ragazzi a disposizione, l’ho detto sempre, ognuno deve essere disponibile a capire cosa vogliamo fare qua. Se siamo tutti disponibili a capire che vogliamo vincere una partita può contare più di venti. Lo ripetiamo in continuazione: se vogliamo far parte di un gruppo vincente ognuno deve rispettare il proprio compagno, di reparto, di ruolo e così via”.

Ha fatto tabelle di marcia per i prossimi quindi giorni? “Abbiamo cinque partite in due settimane e quattro di queste sono fuori casa, non ho fatto tabelle: io voglio fare 15 punti”.

LE PARTITE DELLA 13a GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE D GIRONE D E LA CLASSIFICA