Indietro
giovedì 23 settembre 2021
menu
tuffi

La FIN riparte dai tuffi: il Trofeo di Natale a Trieste è stata la prima gara della stagione

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 9 dic 2020 11:16
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La FIN ha inaugurato il calendario 2020-2021 con il Trofeo di Natale di tuffi, che è andato in scena nel lungo weekend dell’Immacolata a Trieste. Una gara a porte chiuse, in ottemperanza alle restrittive misure anti-Covid, che a livello organizzativo è servita soprattutto come prova generale per la prossima gara federale, i Campionati Italiani Assoluti Open di nuoto in programma dal 17 al 19 dicembre allo Stadio del Nuoto di Riccione. Per Ilaria Cambria, riccionese doc classe 2007 ora in forza al Circolo Canottieri Aniene, si è trattato della prima gara di livello nazionale dopo il salto nella categoria Ragazze. Subito buona la prova dalla piattaforma, che ha visto Ilaria chiudere al 9° posto su 17 partecipanti con 164,05 punti: punteggio ancora lontano però dall’oro della bolzanina Minotti. Nella gara del trampolino da 1 metro per Cambria arriva invece un 17° posto (su 23 finaliste) con 167.40 punti.

Ilaria, insieme ad Alicia Carretero, responsabile tecnica della Polisportiva Comunale Riccione che la segue anche in questa avventura con l’Aniene, ha deciso di non affrontare la prova dai 3 metri perché, spiega il tecnico: “Siamo ancora ai lavori in corso”.

Il weekend a Trieste ci è servito per raccogliere appunti e riprendere i punti di riferimento dopo tanto tempo senza disputare gare – continua Alicia Carretero -. Ilaria è salita di categoria proprio quest’anno e sapevamo di non arrivare al Trofeo di Natale con la preparazione giusta. Nonostante questo è riuscita comunque ad entrare nella top ten dalla piattaforma, ma c’è tanto lavoro da fare per poter risalire sul podio. Certo, il Covid potrebbe essere una buona scusa, ma su questa barca navighiamo tutti. Per competere con le
migliori dobbiamo continuare a lavorare aumentando il grado di difficoltà nei tuffi”.

Ufficio Stampa Polisportiva Riccione

Notizie correlate
di Icaro Sport   
VIDEO