Indietro
menu
Appuntamento il 27 novembre

Notte Europea dei Ricercatori, tante proposte dalla piazza online


Contenuto Sponsorizzato
In foto: Notte Europea dei Ricercatori
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
lun 23 nov 2020 09:02 ~ ultimo agg. 24 nov 12:04
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Format innovativo e data, il 27 novembre, posticipata rispetto alla collocazione abituale di fine settembre. Ma sempre con tante opportunità: conferenze ed esperimenti in diretta, spazi per il confronto a tu per tu con i ricercatori e webinar sugli argomenti più attuali della ricerca. La piazza della Notte Europea dei Ricercatori quest’anno, alla luce della situazione dell’epidemia, diventa virtuale ma senza perdere la sua vocazione di punto d’incontro tra la ricerca e i territori e occasione di conoscenza delle professioni legate alla ricerca.

In questo anno complesso, le attività tradizionalmente ospitate dalle sedi dei campus dell’Alma Mater, tra le quali Rimini, si trasferiscono tutte online sperimentando nuove forme di comunicazione e divulgazione.  E’ stata realizzata ad hoc un’unica piattaforma per ospitare i live talk, i laboratori interattivi e le altre iniziative

La Notte dei Ricercatori è legata al progetto Society Next, finanziato dalla Comunità Europea, che quest’anno affronta il tema Oltre l’orizzonte per sottolineare l’importanza della ricerca nelle difficili sfide per il futuro, a partire da quella della sostenibilità.

L’attività di Society Next si focalizza sulle soluzioni che la ricerca può fornire per rispondere ai 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile individuati nell’Agenda 2030 adottata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e condivisa a livello globale. Tutte le attività della Notte dei Ricercatori sono declinate secondo i temi delle 5 P, attorno alle quali sono raccolti i 17 obiettivi: People, Planet, Prosperity, Peace, Partnership, integrati dalla parola Next. L’obiettivo è raccontare queste sfide dal punto di vista dei ricercatori che contribuiscono con il loro lavoro a sviluppare strategie e strumenti.

Il 27 novembre, dal tardo pomeriggio fino a mezzanotte, ci sarà un ricco programma con la possibilità di incontrare i protagonisti della ricerca in tante stanze virtuali dalle quali i ricercatori illustreranno i loro studi più recenti, risponderanno alle domande del pubblico, approfondiranno tematiche e curiosità e interagiranno con i ragazzi proponendo esperimenti e laboratori. Per l’edizione 2020 sono coinvolti oltre 250 ricercatori dei centri di ricerca coinvolti nel progetto.

La Notte Europea dei ricercatori dell’Alma Mater si inaugurerà alle 18 in una diretta streaming con la partecipazione del Rettore dell’Università di Bologna Francesco Ubertini e dei direttori di tutti gli enti partner. Alle 18,30 ci sarà un incontro con l’astronauta Paolo Nespoli, protagonista di missioni sulla Stazione Spaziale Internazionale per l’Agenzia Spaziale Europea.

A Rimini, sede di Campus e di Tecnopolo, in particolare le iniziative dei ricercatori ruotano intorno ai concetti di PEOPLE, PLANET, PROSPERITY. La ricerca su questo territorio si focalizza sui temi del benessere e dello sviluppo sostenibile, turismo e moda, servizi per le persone e imprese, fino ai grandi temi come il cambiamento climatico. L’attenzione si concentra su responsabilità sociale e azioni sostenibili, economia circolare e su come affrontare le sfide sociali per migliorare la qualità della vita.

Quest’anno siamo costretti a svolgere gli eventi della Notte dei Ricercatori 2020 da remoto, utilizzando strumenti ormai di uso quotidiano – spiega il professor Marco Boschetti, docente del Dipartimento di Matematica per i Campus di Rimini e CesenaSarà interessante sperimentare questa modalità di comunicazione, che quando torneremo alla “normalità” potrebbe rappresentare un’utile integrazione alle attività in presenza. Il mio ringraziamento va ai colleghi ricercatori e tecnici-amministrativi che hanno reso possibile l’evento, dimostrando ancora una volta la loro grande professionalità e impegno”

Tra i diversi eventi riminesi, alle 18 il live talk DALLA GREEN ECONOMY ALLA BLUE ECONOMY: studenti liceali e universitari dialogano sui temi ambientali.

Alle 21 il live talk “RESPONSABILITÀ SOCIALE, TURISMO E GIOCO D’AZZARDO: ATTRAZIONE O DISTRAZIONE?” per mantenere vivo il dibattito sul tema del gioco d’azzardo, con gli interventi di Emma Pegli (AUSL Rimini), Fabrizio Moretti (Camera di Commercio della Romagna, Nives Carlini Cuttin – Centro Universitario Diocesano), Mario Galasso (Direttore CARITAS Rimini).

Ma anche spettacoli, mostre e laboratori per i più piccoli che potranno svolgere, con materiale di uso quotidiano, attività scientifiche nei loro spazi di casa.

Il 27 novembre la piattaforma sarà accessibile dal sito nottedeiricercatori-society.eu dove sono disponibili i programmi dettagliati e dal 24 novembre ci si potrà iscrivere ai laboratori e alle attività che la prevedono.

___________________________________________________

Society Next è un progetto coordinato dal Consorzio Interuniversitario CINECA – Dipartimento di Supercalcolo e ha come partner del progetto sono Alma Mater Studiorum – Università di Bologna; Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) – Area della Ricerca di Bologna; ComunicaMente; Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) ; Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN); Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV). Con il patrocinio della Regione Emilia Romagna.

Society Next per il campus di Rimini è realizzato in collaborazione con UniRimini.

La Notte europea dei Ricercatori, promossa dalla Commissione Europea a partire dal 2005, ha l’obiettivo di dare spazio al dialogo tra cittadini e ricercatori in tutta Europa, per far conoscere il ruolo e il valore della ricerca nella società e per il futuro, per evidenziare l’impatto della ricerca sulla vita quotidiana e per motivare i giovani a affrontare carriere scientifiche.

 
Notizie correlate
di Redazione