Indietro
menu
aperitivo "salato"

Bevono uno spritz davanti al bar, multati dalla polizia

In foto: repertorio
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 18 nov 2020 12:36 ~ ultimo agg. 19 nov 12:34
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

All’aperitivo proprio non si può rinunciare, meglio se in compagnia. Due giovani di 32 e 20 anni, di nazionalità albanese, sono stati sanzionati di 400 euro ciascuno dalla polizia per aver stazionato davanti a un bar di via Beccadelli, a Rimini, mentre sorseggiavano uno spritz. Ai due amici, infatti, è stata contestata la violazione dell’ordinanza regionale anti-assembramenti, che vieta sempre la consumazione di bevande o alimenti in area pubblica o aperta al pubblico.

La violazione è avvenuta ieri pomeriggio intorno alle 17.30. A sorprendere i due, a cui si è aggiunto un terzo connazionale di 31 anni, poi scagionato, è stata una Volante della questura. Gli agenti sono stati attirati da quei tre giovani fermi davanti al bar, che bevevano uno spritz (due di loro) e chiacchieravano allegramente. Così hanno fermato l’auto di servizio e sono scesi per un controllo. Quando i poliziotti hanno fatto presente ai tre che sostare in compagnia davanti a un esercizio pubblico è vietato, così come lo è bere per strada, il più giovane ha risposto quasi scocciato che stavano solo facendo un aperitivo senza dare fastidio a nessuno.

Dopo essersi fatti consegnare i loro documenti, la pattuglia ha scoperto che il 32enne era sottoposto dal maggio scorso agli arresti domiciliari e aveva il permesso di uscire due ore al giorno, dalle 16 alla 18, per cercare lavoro. “Ero uscito per quello, ma anche oggi non ho trovato nulla e così mi sono fermato con un amico a bere uno spritz”, sarebbe stata la giustificazione del 32enne. Che però non gli è servita per evitare la segnalazione al Tribunale di Sorveglianza e una multa di 400 euro per il mancato rispetto delle norme anti-Covid. Sanzionato anche l’amico 20enne, “salvo” invece l’altro connazionale, che aveva incrociato i due per caso e al momento del controllo era già in procinto di andarsene.

Altre notizie
di Andrea Polazzi
Cronaca Rimini: notizie e Cronaca di Rimini e provincia Rimini

Pulizia coattiva per area Acqua Arena. Parte il penale per inottemperanze

di Maurizio Ceccarini
 
Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Redazione   
di Redazione