Indietro
menu
movida nel mirino

Tre locali della Vecchia pescheria sanzionati. Giovani senza mascherina: 20 multe

In foto: la polizia in centro storico (epertorio)
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 12 ott 2020 15:10 ~ ultimo agg. 13 ott 11:05
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

I controlli anti-Covid annunciati nei giorni scorsi dalle forze dell’ordine ci sono stati e hanno portato a nuove sanzioni, sia nei confronti di tre locali del centro storico di Rimini (di cui uno chiuso) sia di una ventina di giovani, sorpresi senza mascherina. I ripetuti appelli alla responsabilità non hanno funzionato e tra venerdì e sabato Polizia di Stato ed Esercito hanno presidiato le zone della movida (e non solo) con il compito di far rispettare le prescrizioni di sicurezza per quanto riguarda il corretto utilizzo delle mascherine anche all’aperto e il rispetto del distanziamento sociale.

Nell’area della Vecchia pescheria (la zona più a rischio in centro storico), poliziotti e militari hanno riscontrato “una situazione di affollamento e di attenzione alle normali regole di tutela sanitaria particolarmente compromessa”. Il personale della Squadra amministrativa della questura di Rimini ha sanzionato tre locali per aver predisposto i tavoli all’esterno in modo tale da non permettere il regolare distanziamento tra le sedute, favorendo così il contatto tra le persone e l’assembramento tra differenti gruppi di giovani.

Inoltre, all’interno di uno di questi locali, sempre situato nella zona delle Vecchia pescheria, è stata riscontrata la presenza di circa 30 persone, la maggior parte delle quali non indossava la mascherina, ammassate e quindi senza la necessaria distanza interpersonale, intente a ballare come in discoteca. In questo caso per il locale in questione è stata disposta la chiusura temporanea per 5 giorni. Infine, nel corso dei controlli, sono scattate 20 multe da 400 euro ciascuna nei confronti di altrettanti giovani che giravano per il centro o sostavano davanti ad alcuni locali senza mascherina.