Indietro
venerdì 4 dicembre 2020
menu
Calcio a 5 C1

Il Rimini.com ospita la Dozzese per la prima stagionale al Flaminio

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 23 ott 2020 18:11 ~ ultimo agg. 18:45
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Seconda giornata di Serie C1 per il Rimini.com che, sabato alle ore 15, ospita al Flaminio la Dozzese. Il match, che sarà il primo di questo campionato nello storico palazzetto riminese, vedrà affrontarsi due squadre che sulla carta appartengono a categorie diverse visto il valore degli ospiti, ma potrebbe riservare delle soprese. I biancorossi arrivano a questo suggestivo incontro con in dote la straripante vittoria ottenuta nel derby sabato scorso sul campo del Bellaria per 9-1, e potranno inoltre contare sull’aiuto del pubblico visto che ad un numero limitato di persone sarà possibile sedersi sugli spalti del PalaFlaminio.

Il match di domani rappresenterà per la Dozzese il debutto in campionato, visto che l’incontro di sabato scorso contro il Forlì è stato rinviato. Un ulteriore motivo di grande attenzione da parte dei riminesi che affronteranno un avversario forte e con tanta voglia di ricominciare a lottare per i tre punti: «I valori nostri e loro sulla carta parlano di categorie diverse di giocatori. Mi aspetto per questo una gara proibitiva che metterà a dura prova la tenuta atletica, tecnica, e soprattutto nervosa e mentale dei miei ragazzi» ha commentato il tecnico dei biancorossi, Fabrizio Mascarucci.

L’allenatore dei romagnoli ci tiene poi a sottolineare come la sbronza di gol di sabato scorso deve essere presto accantonata per concentrarsi al meglio sugli impegni futuri e sul lavoro settimanale: «La partita contro il Bellaria la dobbiamo dimenticare in fretta, anzi conto sul fatto che i miei giocatori lo abbiano già fatto. Quella prestazione non è replicabile: per dinamiche, per tipologia di avversario, per svolgimento del match e anche per le dimensioni ridotte del campo. Se vogliamo essere all’altezza dei nostri avversari non ci dobbiamo concentrare tanto sul dare continuità alla partita di sabato scorso, quanto sulla necessità di alzare l’asticella. Servirà innanzitutto entrare in partita con l’approccio giusto, stare in partita sempre, per poi essere bravi a cogliere le occasioni che ogni match ti lascia».

Infine, un veloce sguardo all’infermeria con alcuni giocatori fermi ai box mentre altri possono tornare in campo. Mascarucci però non si sofferma minimamente su questo discorso: «Qualche infortunato c’è, così come qualcuno che rientra. Ma le assenze non sono un tema».