Indietro
giovedì 22 ottobre 2020
menu
Calcio a 5 A2 Femminile

Virtus Romagna: il ritorno di Milly Cabrera

In foto: Milly Cabrera
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 24 ago 2020 17:32
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

È tempo di un grande ritorno in casa Virtus Romagna: dopo un anno di lontananza, a causa di motivi principalmente scolastici, Milly Cabrera torna a vestire la maglia virtussina per la sua prima volta assoluta in Serie A2. La coach Imbriani avrà così a disposizione una delle principali artefici della grandissima cavalcata che due stagioni fa portò la Virtus a dominare la Serie C e a conquistare la promozione in A2; una giocatrice che illuminò in quella stagione il cammino della Virtus con la bellezza di 38 reti.

«Ho deciso di tornare per l’affetto che provo per questa maglia che ho indossato per cinque anni, giocando prima a calcio a 11 e poi a futsal. Naturalmente sono tornata anche, se non soprattutto, per l’allenatrice per la quale provo una grande stima. È una persona preparata e intelligente, futsalmente parlando mi piace il suo gioco tecnico: mi sono guardata diverse partite di quest’anno e penso possa farmi crescere insegnandomi il vero futsal, senza nulla togliere agli altri allenatori che ho avuto ovviamente» ha commentato in sede di presentazione Milly.

Come già dimostrato nelle precedenti annate in maglia Virtus, se c’è qualcosa che contraddistingue Cabrera è l’ambizione e la voglia di dimostrare qualcosa: «Vorrei togliermi delle soddisfazioni importanti anche in questa categoria, dando il mio contributo nel processo di crescita che sta percorrendo la Virtus, come ho contribuito a fare nelle stagioni precedenti. Voglio affinare sempre di più il mio gioco, a livello individuale certo ma anche nella predisposizione al gioco di squadra».

Ma c’è anche un’altra motivazione che ha spinto Milly a tornare “a casa”: «Vedere la composizione di questa squadra e le compagne con le quali avrei potuto giocare, ha giocato un ruolo importante in questa scelta. Sono praticamente tutte nuove, anche se in passato ho giocato contro o insieme ad alcune di loro, come ad esempio il capitano Martina Mencaccini, per la quale provo una grande ammirazione».

Cabrera torna a giocare dopo un anno in cui è stata perlopiù ferma e sarà dunque difficile riacquistare il ritmo degli allenamenti e poi quello della partita, ma è una ragazza vogliosa e non vede l’ora di mettersi a disposizione di Imbriani: «L’anno scorso non sono stata del tutto ferma, ma a causa di progetti scolastici avevo fatto scelte diverse dato che dovevo partire per l’estero, come quella di giocare al San Marino. Per motivi famigliari ho poi dovuto annullare tutto, anche se alla fine è andata bene così visto che c’è stata la pandemia. In vista di questa stagione che sta per iniziare sono carica: per una sportiva come me stare ferma e lontana dai campi è una condanna».

Infine, un pensiero su come sarà la Virtus 2020/2021 secondo Milly: «Quest’anno mi aspetto una Virtus forte e delle compagne dalla prima all’ultima in grado di giocare in questa categoria. Per me sarà la prima volta in A2 è vero, ma non temo le sfide e amo vincerle. Sono certa che darò tutto e tirerò fuori al meglio il mio talento per questa squadra».

Michelangelo Bachetti
Addetto stampa Femminile Virtus Romagna