Indietro
menu
L'ultimo saluto

Sergio Zavoli è tornato nella "sua" Rimini. La camera ardente al Galli

In foto: l'ingresso del feretro in Teatro
di Lucia Renati   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 7 ago 2020 18:30 ~ ultimo agg. 8 ago 15:27
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

È arrivato a Rimini nel pomeriggio il feretro di Sergio Zavoli dopo i funerali che si sono svolti a Roma. Oggi e domani la camera ardente al teatro Galli, in piazza Cavour. In tanti sono arrivati per salutare il maestro del giornalismo scomparso il 4 agosto scorso a 96 anni.

Tornare a Rimini. Tornare a casa. È stato esaudito l’ultimo desiderio del giornalista che ha fatto la storia della tv italiana rivoluzionandola con le storie piccole e grandi, traboccanti di significato, abituandoci alle parole giuste, alla voce bella, alla gentilezza. Ma non abbastanza da essere capaci di imitarlo oggi. La sua città omaggia Sergio Zavoli con una maxi foto in bianco e nero issata davanti al colonnato del teatro Galli, affacciata su piazza Cavour e la scritta “Ciao Sergio”. La foto scelta è la quarta di copertina di una delle sue raccolte poetiche: “la strategia dell’ombra”. Rimini è stata la sua patria per affetti, lavoro, amicizie, passioni. Lo sarà ancor più da ora in avanti come ha detto il Sindaco Gnassi che oggi ha vegliato la bara di Zavoli insieme alla figlia Valentina e alla seconda moglie, la giornalista Alessandra Chello. Il feretro è arrivato in piazza Cavour poco dopo le 16, dopo i funerali religiosi che si sono svolti a Roma nella chiesa di San Salvatore in Lauro dove, tra gli altri, a rendere l’ultimo sono arrivati Gianni Letta, Walter Veltroni, l’ad Rai Fabrizio Salini, Renzo Arbore, l’ex presidente Rai Monica Maggioni, Luigi Gubitosi. Andrea Gnassi entrando ha detto ai giornalisti: “ora questo grande italiano potrà riposare accanto al suo grande amico, Federico”. A Rimini, in fila per salutarlo, le istituzioni e tanta gente comune.
La camera ardente resterà aperta fino alle 22 e domani dalle 10 alle 12. L’ingresso sarà consentito a tutti nel rispetto delle regole anti-covid. La salma poi sarà tumulata al cimitero Monumentale di Rimini con una cerimonia privata riservata ai familiari.
Notizie correlate
di Redazione   
di Andrea Polazzi