Indietro
menu
Quali risposte per le famiglie

Montevecchi (Lega): con norme Covid, 15% alunni non sa come fare lezione

In foto: il consigliere riminese Matteo Montevecchi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 22 lug 2020 18:46 ~ ultimo agg. 19:02
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A due mesi dall’inizio della scuola ci sono questioni importanti ancora da sciogliere e sulle quali le famiglie non sono adeguatamente informate. Lo rileva il consigliere regionale della Lega Matteo Montevecchi. In particolare, sottolinea mancano insegnanti e dipendenti Ata mentre per le nuove regole post Covid si stima un aumento del fabbisogno del 15%.

“Tra le questioni sul tappeto – sottolinea Montevecchi – la Lega ha proposto di utilizzare gli spazi disponibili nelle scuole paritarie per sopperire alle eventuali carenze logistiche, ma da parte del Ministero, vittima di un pregiudizio ideologico, non ci sono state risposte. Tutto il mondo della scuola, però ruota attorno agli alunni e alle loro famiglie, di cui finora nessuno si è occupato davvero e che rischiano di essere le vittime di una drammatica incapacità organizzativa”.

A Rimini, ricorda Montevecchi, facendo i calcoli sulle proiezioni del Ministero rimarrebbe esclusa, con le nuove misure, circa il 15% della popolazione scolastica quindi ci saranno studenti che dovranno seguire le lezioni in altro modo. “Su quali basi – chiede il consigliere – verranno scelti gli studenti che non potranno fruire della didattica in presenza nelle classi, dove verranno mandati e chi saranno i loro docenti?”.

Notizie correlate
di Redazione