Indietro
menu
Dopo 111 giorni

Riaperto l'aeroporto Fellini: in mattinata atterrato il volo da Tirana

In foto: il primo volo dopo il lock down
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
ven 26 giu 2020 11:03 ~ ultimo agg. 17:47
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

E’ terminato il lockdown dell’aeroporto Fellini di Rimini lungo ben 111 giorni. Chiuso dai primi di marzo (l’ultimo volo il 7), lo scalo ha ufficialmente riaperto oggi al traffico commerciale con l’atterraggio intorno alle 8.20 del volo proveniente da Tirana (poi ripartito alle 9.25) di AlbaWings.

Dal quattro luglio partirà poi il collegamento settimanale con Londra di Ryanair e quello col Lussemburgo, dal 19 luglio toccherà al volo per Monaco con Lufthansa e, sempre verso metà mese, al riavvio di alcuni voli charter e di linea con l’est. In cartellone dal primo luglio anche il volo per Teheran di IranAir, novità della stagione. AiRiminum, in una nota, ricorda anche “l’imminente arrivo di importanti compagnie di bandiera come Lot Polish Airlines, Iran Air e la principale compagnia russa che si vanno ad aggiungere alle compagnie già presenti.

Da noi raggiunta telefonicamente nella sua Venezia, la presidente di AiRiminum Laura Fincato ha detto: “vola un aereo ma io sono in barca in laguna a Venezia…Dai,si torna a vogare e si torna a volare, rispettando tutte le disposizioni ed in sicurezza.

Proprio ieri l’assemblea degli azionisti della società ha approvato il bilancio 2019 che si chiude con patrimonio netto di 8,3 milioni di euro, liquidità per 4,1 milioni di euro, debiti bancari pari a zero, valore della produzione 10,7 milioni di euro, margine
operativo lordo circa 2,0 milioni di euro e utile di esercizio circa 1,0 milioni di euro.

La nota di AiRiminum

AIRiminum 2014 S.p.A., la società di gestione dell’aeroporto internazionale di Rimini e San Marino, comunica che oggi, con l’arrivo alle ore 08:18 del volo nr. 2B351 di Albawings da Tirana, lo scalo ha riaperto ai voli commerciali (l’ultimo volo era stato quello di Ural Airlines del 7 marzo scorso). Di seguito la dichiarazione della Direzione:
“Oggi con il volo dei nostri oramai affezionati amici di Albawings e dei loro passeggeri albanesi finalmente riapriamo ai voli commerciali, dopo 111 giorni dall’ultimo volo. È la seconda volta, da quando siamo arrivati 5 anni fa, che assistiamo con emozione alla
riapertura dello scalo dopo una chiusura forzata. La prima volta la ricordiamo ancora per l’energia e l’entusiasmo di una nuova avventura, oggi invece la viviamo con la forza e la consapevolezza delle certezze maturate e rappresentate:
• dal consolidamento di un modello di business sostenibile che chiude per la quinta volta consecutiva con un risultato di esercizio positivo e che conferisce all’iniziativa un’invidiabile solidità societaria: ieri, 25 giugno, si è tenuta l’assemblea degli azionisti che ha approvato il bilancio 2019 che si chiude con patrimonio netto di 8,3 milioni di euro, liquidità per 4,1 milioni di euro, debiti bancari pari a zero, valore della produzione 10,7 milioni di euro, margine
operativo lordo circa 2,0 milioni di euro e utile di esercizio circa 1,0 milioni di euro;
• dall’imminente arrivo di importanti compagnie di bandiera come Lot Polish Airlines, Iran Air e la principale compagnia russa che si vanno ad aggiungere alle compagnie già presenti e che, a partire dai prossimi mesi, daranno un importante impulso al processo di crescita dello scalo;
• da una squadra di dipendenti e consulenti unica che, in questa vicenda particolare, ha reso orgogliosa la Società”.
Infine si ringraziano per il supporto ricevuto per tale apertura l’Enac e tutti gli Enti di Stato presso l’aeroporto quali Polizia di Frontiera, Agenzia delle Dogane, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco ed Enav”.