Indietro
menu
Si amplia l'orario Cuptel

Prenotazioni sanitarie. Nuovi orari e raccomandazioni da Ausl

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 13 giu 2020 17:05 ~ ultimo agg. 14 giu 11:16
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Da lunedì 15 giugno si amplia l’orario del servizio CUPTEL per prenotare, spostare, disdire prestazioni specialistiche, o per richiedere informazioni in merito. I cittadini potranno telefonare:  dal lunedì   al   venerdì    dalle 7.30 alle 20.30 – nella giornata del sabato dalle 7.30 alle 18.00, sia per quanto riguarda prestazioni Servizio sanitario Nazionale numero verde 800002255, sia per quanto riguarda prestazioni in Libera Professione numero verde   800004488.

Cambia la modalità di prenotazione di Tac e Risonanze Magnetiche con classe di priorità “B”, cioè non urgenti ma prioritarie. Da lunedì 15 giugno la prenotazione potrà essere effettuata esclusivamente tramite CUP. I cittadini non dovranno più recarsi presso le segreterie dei servizi di Radiologia dell’AUSL ma utilizzare i canali di prenotazione aziendali  (CUP, CUPtel, cupweb, FSE).

Rispetto alle prestazioni di cui sopra, si precisa che fanno eccezione le RM del cuore- ArtroRM- RM multiparametrica della Prostata- TC cuore- TC colon, in tutte le classi di priorità: solo queste prestazioni di diagnostica continueranno ad essere prenotabili presso le segreterie dei servizi di Radiologia.

Questa nuova modalità, adottata in osservazione di indicazioni regionali relative alle modalità di accesso alle prenotazione, consente di evitare ulteriori passaggi degli utenti nelle strutture sanitarie – sottolinea l’Ausl – ed è quindi finalizzata a favorire, per quanto possibile, l’utilizzo dei canali di prenotazione telematici.

Per quanto riguarda le prestazioni di specialistica ambulatoriale sospese, l’Azienda USL sta attualmente recuperando le prestazioni di specialistica ambulatoriale a suo tempo prenotate dai cittadini ma la cui erogazione era stata bloccata dall’11 marzo scorso, a seguito del diffondersi dell’infezione da Coronavirus. Questi cittadini NON devono nuovamente prenotare perché vengono chiamati direttamente dall’Azienda o dai soggetti della Sanità Privata presso i quali le prestazioni erano state prenotate, per riprogrammare la prestazione. Così come stanno venendo richiamati dall’Azienda anche le persone che devono recuperare le prestazioni legate agli screening oncologici.

Anche l’accesso agli esami di laboratorio, in tutti i punti prelievo dell’Ausl Romagna, avviene solo su prenotazione tramite CUP. Pertanto non si eseguono più prelievi del sangue ad accesso diretto e nessun utente può presentarsi ai centri prelievo senza prenotazione.

L’Azienda continua a raccomandare di NON recarsi fisicamente ai Cup e agli sportelli aziendali, bensì di utilizzare tutti i possibili strumenti alternativi (principalmente Cuptel e Fascicolo Sanitario Elettronico), o comunque, se proprio indispensabile, recarsi agli sportelli prendendo un appuntamento.

Per evitare assembramenti e disciplinare gli accessi è importante che i cittadini si presentino all’appuntamento sempre all’orario stabilito. Arrivare in anticipo rispetto all’orario previsto può creare inevitabili occasioni di contatto tra le persone e la formazione di code, con i disagi che ne conseguono, soprattutto per le persone più fragili.

Chi ha un appuntamento deve presentarsi da solo: la presenza di un accompagnatore è consentita per i minorenni, per le persone con disabilità o che necessitano di assistenza.

Notizie correlate
di Redazione   
di Simona Mulazzani