Indietro
menu
solidarietà al tempo del covid

Gli avvocati donano alla Rianimazione due generatori

In foto: la consegna dei generatori in ospedale
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 27 giu 2020 12:59
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Rimini aveva aperto una raccolta-fondi finalizzata ad acquistare e a consegnare direttamente alle strutture sanitarie del territorio macchinari utili ai malati gravi, di Covid ma non solo. Un modo per esprimere la loro riconoscenza nei confronti del personale sanitario (medici, infermieri e oss), veri protagonisti della lotta al coronavirus. Così ieri, il Consiglio dell’Ordine, rappresentato dal presidente, l’avvocato Roberto Brancaleoni e dai consiglieri Francesco Vasini (delegato al progetto), Monica Rossi e Mirco Renzi, hanno consegnato al primario del Reparto di Terapia intensiva e Rianimazione dell’Infermi, Giuseppe Nardi, due generatori ad alto flusso modello Airvo2, apparecchi che consentono una ossigenazione ad alto flusso necessaria alla fase di distacco dei pazienti dalla respirazione artificiale.

Il Consiglio, a nome di tutta l’Avvocatura del Foro, aveva stanziato una prima somma, cui sono andate ad aggiungersi donazioni di singoli iscritti. Il primario, accompagnato dalle dottoresse Daniela Guerra e Antonella Potalivo, a nome di tutto il personale del Reparto, ha espresso un sincero e sentito ringraziamento per la manifestazione di vicinanza dell’Avvocatura e per la donazione
di macchinari di fondamentale importanza per la cura e la riabilitazione di persone che hanno avuto gravissimi problemi respiratori. Il dottor Nardi ha voluto donare all’Ordine il suo libro “Tu porterai il tuo cuore-Lettere dal fronte Covid-19”.

Con i proventi della raccolta fondi è in corso l’acquisto di altre apparecchiature che saranno poi donate all’U.O. di Pneumologia, ambito di Rimini.

 
Notizie correlate
######