Indietro
menu
Nel progetto "Open Space"

Suolo pubblico aggiuntivo, da lunedì aperte le domande a Rimini

In foto: un rendering
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 15 mag 2020 16:20 ~ ultimo agg. 16:32
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Da lunedì 18 maggio sarà possibile presentare la domanda per l’utilizzo del suolo pubblico aggiuntivo nell’ambito del progetto Rimini Open Space, l’iniziativa promossa dall’Amministrazione Comunale per consentire ai pubblici esercizi di avere più spazio a disposizione per la propria attività. Il progetto prevede che gli operatori possano richiedere più metratura per occupazioni suolo pubblico in tutta la città, dal mare al centro storico, alle aree periferiche della città, che saranno concesse gratuitamente, senza il versamento di alcun canone (per i viali delle Regine, con un progetto specifico che riguarda anche gli arredi).

L’iniziativa ha anche il sostegno stimolo dai recenti provvedimenti del Governo, che esentano fino al 31 ottobre dal pagamento del canone per l’occupazione di suolo pubblico degli spazi necessari a rispettare il distanziamento sociale. Prevista anche una procedura semplificata e snella: sarà infatti richiesta la  presentazione all’ufficio competente di un’autodichiarazione riguardante il rispetto delle norme. L’ampliamento massimo, laddove le condizioni oggettive lo consentano, potrà arrivare fino al 50% della somma della superficie interna dell’esercizio e del suolo pubblico esterno precedentemente autorizzato.

“In queste ore gli uffici stanno rispondendo a decine e decine di richieste da parte degli operatori. C’è tanta attenzione rispetto a questa misura, che è il frutto di un costante confronto con le associazioni di categoria, Confcommercio, Confesercenti, Cna, Confartigianato. Credo che possa essere visto anche come un segnale incoraggiante rispetto alla voglia e all’intraprendenza dei nostri piccoli imprenditori, che sono provati da questi mesi di chiusura e che sono attesi dalla stagione più difficile, piena di incognite – commenta l’assessore alle Attività economiche Jamil Sadegholvaad – Le recenti disposizioni governative sono in linea con il percorso che abbiamo avviato con Rimini Open Space e che oltre a creare nuove opportunità e nuove modalità di fruizione dei servizi, consente soprattutto di garantire le indispensabili condizioni di sicurezza per i clienti e per gli stessi esercenti”.

Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
VIDEO
di Andrea Polazzi