Indietro
menu
bimbi prematuri

A tutta salute i fragili "leoni" della Terapia Intensiva Neonatale di Rimini. Guarda la puntata

In foto: un frame della puntata
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 20 mag 2020 16:24 ~ ultimo agg. 21 mag 11:46
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La nostra trasmissione di approfondimento medico-scientifico “tutta salute”, dopo aver affrontato negli ultimi tre mesi (per ben 12 puntate) l’emergenza coronavirus, ritorna ad occuparsi di  sanità a 360° con i professionisti del pubblico e del privato.

Stasera alle 20.35 la puntata dal titolo: “Piccoli e fragili leoni. La TIN (terapia intensiva neonatale) di Rimini” si occuperà dei piccoli pazienti nati prematuri e del reparto d’eccellenza dell’ospedale riminese guidato dalla Dottoressa Gina Ancora, direttrice dell’Unità Operativa di “Terapia Intensiva Neonatale”(nonché di quella di Pediatria) di RIMINI che fa parte del Dipartimento Materno Infantile dell’AUSL Romagna. 

Ci sono bimbi per i quali l’inizio della vita è da subito molto difficile. Secondo gli ultimi dati della Società italiana di neonatologia diffusi in occasione della Giornata mondiale della prematurità (che si celebra a novembre), ogni anno in Italia circa 32 mila neonati vengono alla luce prematuramente, (il 7% del totale) cioè prima della 37esima settimana di gestazione.
Questi bambini rappresentano una grande sfida per la neonatologia e la società, perché la sopravvivenza è un successo che non si deve dare per scontato. Oggi parliamo di bambini “fragili” ma che, per fortuna, in sempre più casi ce la fanno e si rivelano grandi “guerrieri”.

 

Tra i temi della puntata: 

Quanto è importante il latte materno per i prematuri (lo è anche ovviamente per i neonati a termine ma per i prematuri di più)?

Cosa sono i professionisti certificati NIDCAP?

Quali traguardi deve raggiungere il bimbo prematuro per poter tornare a casa con mamma e papà?

Consigli alle donne che aspettano un bambino per cercare di fare prevenzione rispetto a questo evento, o almeno segnali da cogliere per gravidanze a rischio?

GUARDA LA PUNTATA:

 

 

 

Notizie correlate
di Icaro Sport   
FOTO
di Redazione   
di Maurizio Ceccarini