Indietro
menu
Dal prossimo lunedì

Dopo la riqualificazione la "palata" torna fruibile

In foto: la nuova palata
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 16 mag 2020 15:26 ~ ultimo agg. 15:30
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Torna da lunedì 18 maggio nelle disponibilità dei riminesi la storica “palata”, l’ultimo tratto del molo di levante del porto al termine dei lavori di riqualificazione che concludono il progetto più ampio previsto dal Piano di Azione FLAG Costa dell’Emilia-Romagna, cofinanziato da Regione e Comune.

Obiettivo del progetto era intervenire su tutta l’area portuale, per migliorare le infrastrutture legate alla pesca, al turismo e al diporto, interessando sia l’area del molo di levante, sia l’ingresso della banchina del porto di pesca e il molo del faro. In particolare nella parte terminale del Molo di Levante verso il mare, è stato messo in sicurezza il percorso pedonale sopraelevato al lato del capanno da pesca e della costruzione in cui ha sede il “Rockisland” attraverso una complessiva riqualificazione e la sostituzione dei vecchi parapetti presenti. La geometria dei nuovi parapetti è la stessa di quelli recentemente installati in corrispondenza della piccola darsena di Via Destra del Porto, a protezione del percorso pedonale e ciclabile. Riqualificata anche la pavimentazione della banchina e del percorso pedonale sopraelevato, che oggi si caratterizza per l’utilizzo del legno.

Altri interventi erano stati eseguiti nei mesi scorsi: quello all’ingresso sulle banchine del porto di pesca, andando a migliorare le situazioni d’interferenza fra area utilizzata dai pescatori e quella per gli altri  frequentatori del porto, nonché la sistemazione dell’area attorno ad un altro dei luoghi storici del porto riminese come il faro. Scopo del progetto in quel tratto è stata la realizzazione di una piazzetta pavimentata in pietra, in parte selce e in parte in cubetti di porfido, al di sotto del faro, per ricucire anche i percorsi della piccola darsena ad essa adiacente. Sul lato a mare della piazzetta sono state realizzate nuove aiuole e fra le nuove alberature sono state realizzate quattro ampie sedute, il tutto rivestito con doghe di legno. Si è inoltre realizzata la nuova struttura in legno con funzione di biglietteria e deposito per il servizio turistico di traghetto tra le sponde del porto. Ai fini di migliorare la sicurezza dell’area, è stato anche realizzato un nuovo impianto di pubblica illuminazione. Di fronte all’abitazione del custode, infine, si è creata una seconda piazzetta a ridosso del canale, a completamento dell’intera area del Faro.