Indietro
domenica 18 ottobre 2020
menu
#distantimavicini

Video tutorial, corsi di vela e regate virtuali. Ecco come il Club Nautico Rimini affronta la quarantena

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 15 apr 2020 10:22
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

#distantimavicini è il motivo, l’hashtag e la strada che ha seguito Club Nautico Rimini in queste lunghe settimane di quarantena obbligata.

Tutti i componenti delle squadre sportive, gli istruttori, i marinai addetti alla sicurezza delle barche in acqua continuano la propria attività con tutti i mezzi disponibili. Si assiste addirittura ad un nuovo fermento di idee e attività che in queste settimane i dirigenti, i responsabili sportivi, gli istruttori e i ragazzi della squadra agonistica stanno mettendo in campo.

Il video che ha lanciato le attività on line ha questi motivi, come sottolinea il direttivo del Club : “I nostri valori e i nostri obiettivi ci aiutano ad orientarci anche nel mare in tempesta. Da qui nasce la voglia di trasmettere, attraverso i ragazzi della squadra agonistica, il nostro messaggio #distantimavicini, basato sulle virtù che insegna il mare e sulla forza del gruppo. Distanti, perché la tempesta che stiamo vivendo è molto più forte di noi e perché così ci dobbiamo comportare. Vicini, perché questa sfida è diversa da quelle che viviamo in mare e vogliamo affrontarla insieme. Ai nostri allevi, ai nostri atleti e a tutti i ragazzi dedichiamo una serie di video sulla vela e altre attività legate al mare, frutto della voglia di futuro dei nostri istruttori, dei nostri soci e dei nostri ragazzi”.

Tante le iniziative lanciate utilizzando i social come Facebook e Instagram e a cui contribuiscono soci pescatori, istruttori, ragazze e ragazzi delle squadre. Un corso di nodi, una serie di video tutorial su come si preparano le esche sintetiche e sul loro utilizzo, un corso di vela a puntate con lezioni di tattica e di manovre, oltre che di nomenclatura, coordinati da Laura Pennati, in cui i ragazzi diventano protagonisti per fare avvicinare al loro mondo i coetanei che ancora non conoscono il fascino del mare, della pesca e della vela.

C’è lo zampino anche di Luca Rossetti, atleta divenuto noto per il suo ottimo piazzamento alla Mini Transat 2019, la traversata dell’Atlantico in solitaria e istruttore federale della squadra agonistica dei Laser del club. Dopo Pasqua alcune regate che purtroppo sono state annullate, come il memorial Sorci, il memorial Sammarini e la MartiniCup prenderanno vita comunque, su una piattaforma virtuale, e sarà, promette Luca, battaglia all’ultimo bordo. Prima di ogni regata, un collegamento multiplo via Skipe per spiegare le regole del bando di regata e mostrare i premi in palio per i classificati che gli sponsor hanno comunque offerto. Le regate virtuali si svolgono attraverso una piattaforma digitale e riescono a simulare la passione dei velisti anche stando a casa: una iniziativa per tenere viva, anche se chiusi in casa, una passione che fa riferimento al vento, alle nuvole, all’acqua e alle onde.

Un modo per tenere allenata la mente dei soci del Club e dei ragazzi delle squadre sportive. Le regate sono aperte a chiunque sia tesserato FIV e l’iscrizione è gratuita: alcune di queste sono organizzate insieme ad altri sodalizi sportivi della nostra riviera.