Indietro
martedì 27 ottobre 2020
menu
il 98% atleti stranieri

Il Festival del Sole di Riccione rimandato al 2021

In foto: Riccione Festival del Sole
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 14 apr 2020 15:21
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Comune di Riccione e l’Associazione Dilettantistica Polisportiva A.G.I., hanno deciso di spostare al 2021 il “Festival Del Sole”, la Rassegna Internazionale di Ginnastica e Danza che si sarebbe dovuta svolgere dal 28 giugno al 3 luglio. Vista l’emergenza sanitaria mondiale e in considerazione anche del fatto che i partecipanti del Festival del Sole sono principalmente giovani provenienti da diversi Paesi esteri i promotori, in accordo con il Comune di Riccione hanno deciso di far slittare la XV Edizione, rinviandola al 4-9 luglio 2021. La convenzione prevede un accordo triennale, per realizzare le prossime tre edizioni dell’evento sportivo fino al 2024, portando nella Perla Verde circa 5.800 atleti, provenienti da tutto il mondo.

E’ ovvio dispiace dover rinunciare ad un grande evento sportivo e di pubblico come il Festival del Sole, ma oggi non c’erano le condizioni per poter far condividere gli spazi a migliaia e migliaia di persone – ha detto l’assessore allo Sport e al Turismo, Stefano Caldari -. Avere una coscienza per la salute degli altri e dei nostri concittadini, da parte nostra è doveroso pensare prima alla salute dei cittadini e dei giovani atleti. E’ per questo che in collaborazione con l’associazione Dilettantistica Polisportiva A.G.I abbiamo concordato di spostare di un anno la kermesse, fiore all’occhiello per Riccione, che deve essere un momento di benessere, di divertimento e di partecipazione per tutti, garantendo a la sicurezza e la salute”.

Il nostri tesserati sono al 98% stranieri e con le frontiere chiuse non sarebbe venuto nessuno – ha detto il direttore generale del Festival del Sole, Maurizio Ascani -. Su 5.500 tesserati solo 300 sono italiani, quindi abbiamo preferito spostare la manifestazione, che sulle 6 arene di Riccione, al netto degli atleti, raggruppa almeno 45mila spettatori sugli spalti, che con la regola del distanziamento sociale diventano problematici da gestire. Devo dire che c’è molta solidarietà nel mondo dello sport, perché molti gruppi ai quali abbiamo iniziato a restituire le caparre hanno detto di non volerle indietro ma di lasciarle per il prossimo anno. Quindi appuntamento nel 2021, poi visto che è rimasta anche la data del 2022, praticamente il Festival diventerà annuale. Infatti stiamo pensando di farla diventare una kermesse annuale e non più biennale. Però visto che avevamo già fatto qualche centinaio di t -shirt con la data 2020, abbiamo pensato di regalarle ad una missione in Kenya. Insieme a frisbee e palloni”.

Altre notizie
Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO