Indietro
menu
20enne riminese in manette

Ragazzo terribile litiga con la madre e devasta casa

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 15 feb 2020 19:17 ~ ultimo agg. 19:48
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto Visualizzazioni 2.849
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’ennesima crisi nervosa, dovuta probabilmente a dissidi familiari, lo ha portato prima ad aggredire la madre, poi a prendere a calci mobili e oggetti di valore. Un 20enne riminese, che vive insieme ai suoi genitori nella Perla Verde, è stato arrestato ieri pomeriggio dai carabinieri di Riccione, giunti sul posto su richiesta della donna.

Il giovane, che dopo aver sfasciato casa se n’era andato, quando è rientrato ha trovato ad attenderlo i militari. Non solo non ha fornito i documenti, ignorando così la richiesta dei carabinieri, ma li ha anche insultati e minacciati di morte. Un atteggiamento sempre più aggressivo che ha costretto la pattuglia ad immobilizzarlo. Il 20enne, non nuovo ad atteggiamenti violenti e già arrestato in passato, ha trascorso la notte nelle camere di sicurezza della caserma in attesa del processo per direttissima che lo vede imputato per oltraggio a pubblico ufficiale.

 

Notizie correlate
di Redazione