martedì 25 febbraio 2020
menu
Tra il parco e i lungomare

Inseguimento rocambolesco per le vie di Rimini finisce con un arresto

In foto: repertorio
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 14 feb 2020 10:51 ~ ultimo agg. 19:35
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Nel pomeriggio di mercoledì una volante della Polizia di Stato ha arrestato un albanese 32enne, per essere rientrato in Italia senza autorizzazione, dopo essere stato espulso. L’uomo è stato incrociato da una volante mentre provenendo dal parco Cervi passava a bordo di una bici in piazza Medaglie d’Oro. Quando ha visto gli agenti ha cercato di dileguarsi, aumentando la velocità e nel momento in cui ha capito di essere inseguito dall’auto ha buttato a terra la bici cominciando a correre sul lungomare verso via Vespucci.

Essendo l’auto della polizia in contromano uno degli agenti lo ha inseguito a piedi ed è riuscito a bloccarlo all’incrocio con via Cirene. Addosso nascondeva 1,75 grammi di marijuana e un coltello a serramanico. Dai controlli sull’identità è poi emerso che sul 32enne pendeva un provvedimento di espulsione del 2017 a causa di una serie di reati commessi. L’uomo sarebbe tornato in Albania per fare un cambio di cognome e così riuscire a rientrare in Italia con un nuovo passaporto rilasciato lo scorso maggio in Albania.

E’ stato così arrestato per essersi reintrodotto in Italia nonostante l’espulsione e denunciato per possesso ingiustificato di armi.

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
A San Martino in Riparotta

La festa per i 100 anni di Teresa

di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna