Indietro
martedì 24 novembre 2020
menu
Basket B Femminile

Alla RenAuto con il Progresso manca il "gol" decisivo

In foto: Marta Palmisano
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
sab 8 feb 2020 23:09
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

HAPPY BASKET-PROGRESSO BOLOGNA 46-48 (13-16; 14-15; 15-15; 4-2), giocata sabato 8/2

IL TABELLINO
HAPPY BASKET: Novelli, Re 6, La Forgia 6, Vespignani 4, Duca E. 4, Pignieri 7, Duca N. 7, Palmisano 6, Renzi 4, Farinello, Borsetti, Lazzarini 2. All. Rossi.

PROGRESSO: Ferraro, Mezzetti, Marchi, Papotti, Bernardini, Cadovi 16, Palmisani, Ruggeri 9, Tridello 2, Bregu 8, Prisco 8, Melloni 5. All. Simeone.

Arbitri: Baldini e Romano.

CRONACA E COMMENTO
Ultimo match casalingo della prima fase per la Ren-Auto di coach Pier Filippo Rossi: le rosanero ospitano sul campo amico della Carim il Progresso Bologna, seconda forza del campionato che schiera tra le proprie file l’ex Anna Palmisani. Coach Rossi parte con un quintetto composto da Vespignani, Novelli, Pignieri, Eleonora e Noemi Duca. Il primo canestro dell’incontro lo segnano le ospiti, brave a colpire da fuori la chiusa difesa Happy. Dopo un minuto e mezzo la Ren-Auto deve rinunciare a capitan Novelli, colpita fortuitamente al volto: per la n.4 la gara finisce qui. Il Progresso colpisce da tre e si porta sul 5-0, ma Re, appena subentrata a Novelli, metti i primi punti con una bella penetrazione, 5-2. La Ren-Auto è molto intensa in difesa, riesce a coprire bene l’area, ma si espone inevitabilmente ai tiri da fuori che Bologna segna con buona continuità. A 3′ dalla prima pausa le ospiti sono avanti 5-11, complici i tanti errori della Ren-Auto su tiri costruiti più che bene. Un paio di buone difese, però, valgono due transizioni vincenti, di Palmisano ed Eleonora Duca, che riportano l’Happy a -2, 9-11. Due triple consecutive sembrano poter dare il largo al Progresso nell’ultimo minuto, ma una penetrazione di La Forgia e un canestro di Renzi, su assist di Vespignani, tiene la Ren-Auto ad un possesso di distanza a fine quarto, 13-16.

Il secondo quarto è la sagra dell’errore: dopo 4′ di gioco il parziale è di 3-2 per il Progresso, con Pignieri autrice dell’unico canestro rosanero. Bologna piazza un improvviso parziale di 4-0 e prova a scappare sul 15-23, ma la Ren-Auto risponde con le gemelle Duca che segnano un canestro a testa e riequilibrano il punteggio, 19-23.
In un ultimo minuto di grande equilibro sono da segnalare una tripla di Pignieri e un bel canestro in reverse di Re, che tuttavia non limano il divario. Si va al riposo lungo sul 27-31.

Un canestro di Renzi in avvio di secondo tempo riporta la Ren-Auto ad un possesso di distanza dopo una vita, 30-33.
Da questo momento in poi, però, il Progresso prende in mano la partita e con un micidiale parziale di 8-0 scollina oltre la doppia cifra di vantaggio, 34-45. Sembra una confronto ormai scappato di mano, invece la Ren-Auto trova una nuova reazione, costruita sulla difesa, e con un controparziale sempre di 8-0, chiude il terzo periodo sotto di 4, 42-46.

Un match già intenso diventa ancora più tosto al punto che nessuno segna per 3′: a sbloccare il punteggio ci pensa Palmisano, che firma il canestro del -2, poi, dall’ennesima buona difesa, arriva il pareggio, grazie ad una transizione vincente di Vespignani. La Ren-Auto sbaglia addirittura il “rigore” del vantaggio, dopo un 12-0 di parziale, e Bologna ne approfitta per tornare sopra, 46-48. Dopo quasi 9′ di gara il punteggio del quarto è 4-2, ma nonostante questo la partita è godibilissima, perché le squadre giocano con grande energia. Il finale è infarcito di errori da entrambe le parti: la Ren-Auto ha un paio di opportunità per pareggiare o vincerla, ma la palla non entra mai e il Progresso porta a casa i due punti pur senza brillare. Finisce 46-48.

«Partita giocata bene, soprattutto il secondo tempo in cui abbiamo corso e difeso meglio – spiega coach Rossi, purtroppo non facciamo canestro, tanto più senza Novelli, e contro la seconda in classifica si paga. Dobbiamo trovare il modo di risolvere i nostri problemi, sfruttando l’ultima gara della prima fase come allenamento».

La Ren-Auto tornerà in campo a San Lazzaro (BO) sabato 15 febbraio, alle ore 21.00, per il match con la B.S.L.

Massimiliano Manduchi
Ufficio Stampa Happy Basket Rimini

Notizie correlate
di Icaro Sport