martedì 21 gennaio 2020
menu
I voti dei biancorossi

Rimini-Feralpisalò 2-1: le pagelle di Nicola Strazzacapa

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti Visualizzazioni 1.489 visite
dom 12 gen 2020 18:31 ~ ultimo agg. 13 gen 17:14
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min Visualizzazioni 1.489
Print Friendly, PDF & Email


SALA 7. Due belle uscite alte, un paratone a dire no a Scarsella e più di una risposta pronta nell’angolino basso prima sull’incornata di Caracciolo e poi sulla punizione dell’Airone. Il 2-1 è anche figlio suo. Decisivo!

FERRANI 6.5. Un unico errore di posizione in settanta minuti di attenzione e determinazione. Si prende un giallo ingenuo pressando sulla trequarti offensiva e lascia il campo per un fastidio fisico. Gladiatore!

DE VITO 6. Presidia il fortino rimbalzando tutto il rimbalzabile di testa e con il piedone. Governa la retroguardia, non perde quasi mai la bussola, occasione del rigore a parte, quando entra in maniera troppo irruente e ingenua in scivolata. Prezioso!

PARAMATTI 5.5. L’esordio non è di quelli da incorniciare (risultato a parte): preso in mezzo anche per colpe non sue soffre insieme a Silvestro la spinta ospite sulla fascia sinistra, da dove arrivano tutti i pericoli della Feralpisalò. Luci e ombre!

FINIZIO 6. Copre la fascia e si sgancia con continuità con la difesa a tre (dai suoi piedi il traversone del quasi vantaggio lampo), poi si piazza in copertura quando dietro si passa a quattro. Versatile!

AGNELLO 7. Pronti via e in 42 secondi finisce già nella lista dei cattivi con un cartellino giallo lampo che sa tanto di avviso ai naviganti: io ci sono. E c’è davvero, sia facendosi sentire in mediana che gettandosi spesso e volentieri nel cuore dell’area avversaria. Bravo anche a schiacciarsi più volte fra i difensori, redarguisce Ventola da giocatore “vero” per non aver tenuto palla al 93’ in contropiede. Qualità e personalità e mezzo voto in più di benvenuto!

MONTANARI 6.5. Circondato da piedi buoni e compagni abili a dirigere le operazioni può dedicarsi più a quello che è nelle sue corde: pressing, raddoppi e recuperi senza doversi inventare niente. Anzi, per fortuna quasi niente perché è lui a timbrare i tre punti con un destro dal limite. Trottolino goleador!

CIGLIANO 6. Anche da trequartista mostra bella personalità: i biglietti da visita sono un’ottima imbucata per Finizio e la prima conclusione della gara, poi alterna belle giocate e qualche amnesia. Prezioso a schermare le partenze dell’azione ospite. Positivo!

SILVESTRO 5.5. I pericoli arrivano quasi tutti dalle sue zolle, con Scarsella che conquista più volte il fondo troppo facilmente. Ed è proprio da lì che parte anche il cross del penalty ospite. Col tempo capisce di dover stare un po’ più basso, ma a metà ripresa Colella lo richiama e fa esordire Messina. Una giornata no può capitare anche a uno dei più positivi. Resettare e ripartire.

LETIZIA 7.5. Posizione e giocate da trequartista vero, apre e chiude la prima vera azione pericolosa con un gran scambio con Cigliano e l’incornata a raccogliere il cross di Finizio che costringe Liverani al paratone. Subito dopo si conquista e realizza il rigore del vantaggio e del primo gol del “nuovo campionato”. Spreca un due contro due chiedendo un taglio a Mendicino pochi minuti prima dell’1-1 e fallisce il bis a inizio ripresa con una puntata sinistra da ottima posizione, ma si riscatta subito lavorando in area la sfera poi appoggiata a Montanari per il 2-
1 e continua a inanellare cose positive fino all’ultima stilla di energia. Mvp!

MENDICINO 6.5. Svaria molto, cerca e scambia palla, ci mette grinta e fisico e scherma l’avvio dell’azione. Non arriva a concludere, ma con sponde e movimenti favorisce gli inserimenti dei compagni. Buona la prima!

17’ st GERARDI 6. Impatta bene la partita e riappare reattivo proteggendo più di un pallone nel traffico e sfiorando il gol con un gran sinistro a giro, ma fallisce un paio di assist a Feralpi sbilanciata che avrebbero evitato patemi fino al 95’. Parafrasando mister Colella, bentornato!

27’ st MESSINA 6. Esordio positivo. Era stato messo fuori rosa e nella lista partenti, con lavoro e dedizione si è guadagnato il reintegro e l’esordio e ha risposto presente. Bravo!

31’ st VENTOLA 6. Un po’ meno feroce del solito nel pressing, conquista comunque qualche pallone importante, pecca d’esperienza in un contropiede a tempo scaduto e Agnello gli “spiega” cosa avrebbe dovuto fare.

31’ st PARI 6. Un altro spezzone di personalità e qualità. Sfrutta ogni occasione disegnandosi un bel futuro.

COLELLA 7.5. Invia subito un segnale all’ambiente rinunciando alla quota under e schierando dal primo minuto tutti cinque i volti nuovi che alla vigilia aveva detto essere portatori di qualità, esperienza e conoscenza della categoria” e il campo gli dà ragione. Il “nuovo campionato” inizia con il ritorno alla vittoria dopo sei ko di fila (almeno tre della sua gestione bugiardi in confronto alle prestazioni) e un cambio di passo mentale e a tratti anche fisico che fa ben sperare: due gol al Neri non si vedevano dalla prima giornata con l’Imolese e da allora
erano arrivati solo a Reggio. Avanti tutta!

Nicola Strazzacapa

Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
di Icaro Sport   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna