Indietro
menu
Le feste in famiglia. Poi carcere

Il latitante si nasconde nell'armadio ma non sfugge all'arresto

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 1 gen 2020 12:31 ~ ultimo agg. 13:05
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Un 39enne originario dell’Albania, ma da diversi anni residente in Italia, è stato arrestato il 31 dicembre scorso dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Rimini.
Su di lui pendeva un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura Generale presso la Corte d’Appello di Bologna: doveva scontare anni 4 e mesi 10 di reclusione per una condanna definitiva per il detenzione a scopo di spaccio di sostanze stupefacenti.
Il 39enne, pur se già domiciliato a Rimini, all’epoca non era stato subito rintracciato in quanto tempo prima aveva già lasciato il suo indirizzo di residenza dove già si trovava agli arresti domiciliari.
Nei giorni scorsi, in previsione che il soggetto ricercato potesse trascorrere le festività con i suoi familiari, i Militari del Nucleo Investigativo avevano iniziato una serie di discreti servizi di controllo nel luogo di domicilio della sua famiglia, a seguito dei quali è stato ritenuto molto probabile la sua presenza all’interno.
E’ stato trovato nascosto all’interno di un armadio della camera da letto e, tratto in arresto insieme ai colleghi della Compagnia di Rimini, è stato presso il carcere di Rimini, dopo le ovvie formalità di rito.

Notizie correlate
di Redazione